Libero
iphone se 2016 Fonte foto: Hadrian / Shutterstock
APPLE

Apple dice addio all'iPhone economico

Brutte notizie per i possessori dell'iconico iPhone low cost di Apple: secondo un sito francese a Cupertino avrebbero deciso che non riceverà più gli aggiornamenti di iOS

Nel corso del prossimo anno, Apple presenterà iOS 16 e garantirà l’aggiornamento alla nuova versione a molti iPhone e ad altrettanti iPad. Tuttavia, non tutti i dispositivi attualmente aggiornati alla versione 15 del sistema operativo potrebbero beneficiare delle funzionalità che verranno introdotte dal suo successore.

Secondo quanto riferisce il sito francese iPhonesoft, infatti, molti dispositivi che hanno debuttato nel 2015 e nel 2016 non saranno aggiornati ad iOS 16. Quando si parla di Apple il condizionale è d’obbligo, perché ha già saputo stupirci negli anni precedenti con delle mosse inattese e talvolta sorprendenti. Nulla sarà ufficiale fino al WWDC (Apple Worldwide Developers Conference) 2022 che dovrebbe tenersi nel mese di giugno del prossimo anno con l’introduzione della versione 16 del sistema operativo per dispositivi mobile. In ogni caso, Apple non abbandonerà i clienti più affezionati e continuerà a mantenere al sicuro i loro device, garantendo il supporto minimo.

Quali dispositivi Apple non riceveranno iOS 16

La notizia è da prendere con le pinze, perché già lo scorso anno iPhonesoft aveva sostenuto che iPhone 6s ed iPhone SE non avrebbero ricevuto l’aggiornamento ad iOS 15, anche se le cose sono andate molto diversamente. All’epoca, va anche detto, a crederlo erano in molti basandosi sulla precedente politica di Apple in fatto di supporto ai dispositivi obsoleti e vintage.

Tuttavia, iPhonesoft rivela che, secondo una fonte interna, l’azienda vorrebbe interrompere gli aggiornamenti per gli iPhone 6s, 6s Plus ed il primo iPhone SE (quello del 2016). Allo stesso modo, verrebbero abbandonati anche iPad mini 4, Air 2, iPad di quinta generazione ed i modelli iPad Pro del 2015. Bisogna comunque sottolineare come l’impegno di Apple si sia protratto per oltre 5 anni, per mantenere aggiornati i suoi dispositivi ed eliminare eventuali bug pericolosi per la privacy e la sicurezza dell’utente.

Ciò avrebbe anche un’altra implicazione importante: significherebbe che iOS 16 necessita del chipset Apple A10 come requisito minimo per introdurre le nuove funzionalità.

Apple: cosa devono aspettarsi gli utenti

Chi possiede uno dei dispositivi sopra menzionati non dovrà comunque preoccuparsi, perché Apple continuerà a supportare anche le precedenti versioni del sistema operativo. iOS 15, infatti, continuerà a ricevere le patch di sicurezza e consentirà di estendere la vita del proprio iPhone, incluso il primo modello economico della gamma, iPhone SE.

È ancora troppo presto per ottenere delle conferme ufficiali da parte del colosso americano e non è escluso che potrebbero sorprenderci anche questa volta. In ogni caso, possiamo aspettarci che presto emergeranno molti dettagli interessanti sulle funzionalità introdotte su iOS 16.

Il nuovo sistema operativo potrebbe debuttare proprio su iPhone SE 3, il prossimo smartphone low cost che la compagnia della mela morsicata dovrebbe presentare nel 2022.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963