Libero
da iphone ad android Fonte foto: mokjc / Shutterstock
APPLE

Apple potrebbe superare Samsung per la prima volta

Non si ferma un attimo la sfida tra i due giganti del settore ma, per la prima volta, il colosso di Cupertino potrebbe superare quello sudcoreano

Apple e Samsung sono le due realtà che dominano il mercato degli smartphone, il colosso di Cupertino con i suoi iPhone e il colosso sudcoreano con i suoi smartphone Android della serie Galaxy. Le vie per fare i grandi numeri percorse dalle due aziende sono molto diverse, dal momento che Samsung può contare su un catalogo smartphone molto più ampio rispetto a quello di Apple, che ha solo una gamma (ma a dir poco iconica).

All’inizio del mese di agosto, la testata Reuters ha riferito che la produzione di smartphone negli stabilimenti Samsung in Vietnam, quelli in cui ogni anno vengono prodotti la metà degli smartphone del colosso, è stata drasticamente ridotta. Sebbene l’azienda continui a dominare il mondo delle spedizioni di smartphone, secondo la testata coreana TheElec gli obiettivi 2022 sono stati abbassati rispetto alle precedenti stime e questo, a lungo andare, potrebbe consentire ad Apple di guadagnare terreno fino ad effettuare il soprasso e guadagnare la testa della classifica a livello di spedizioni globali di smartphone.

Samsung abbassa le stime

Samsung, inizialmente, prevedeva di spedire 300 milioni di smartphone nel 2022, stima poi abbassata del 13,3% fino ai 260 milioni a causa dei problemi alla catena di approvvigionamento (come la carenza di chip e di forza lavoro con esperienza), dell’inflazione e del calo della domanda di smartphone: addirittura, il produttore sudcoreano prevedeva di costruire ben 334 milioni di smartphone quest’anno (284 milioni dagli stabilimenti Samsung e 50 milioni da produttori cinesi a contratto) per spedirne 300 milioni, salvo poi tagliare i piani di produzione.

Il sopracitato report della testata coreana TheElec, continua sottolineando che Samsung, tra ottobre e novembre 2022, abbia in previsione di produrre "solo" 34 milioni di smartphone nelle proprie fabbriche, dato fortemente in ribasso rispetto allo stesso periodo degli anni precedenti.

Considerando il 2021, ad esempio, Samsung ha spedito 270 milioni di smartphone, meno di quanto inizialmente previsto per il 2022 ma più di quanti sono previsti dalle stime aggiornate, ovvero 260 milioni, che vedono un calo del 3,7% su base annua. Il 2022, però, non è ancora finito e quindi le stime potrebbero subire ulteriori ribassi.

Anche qualora Samsung riuscisse a realizzare le 260 milioni di spedizioni desiderate, replicherebbe l’andamento, amplificato dalla pandemia, verificatosi tra 2019 e 2020: ai 296,5 milioni di smartphone spediti nel 2019, infatti, ne sono seguiti "solo" 253 milioni nel 2020.

Apple si prepara al sorpasso

Questa frenata messa in atto da Samsung, probabilmente per proteggersi da eventuali sprechi o da dispositivi da dovere svendere, potrebbe consentire ad Apple di colmare il divario nel numero di spedizioni annue e, addirittura, di effettuare il sorpasso per la prima volta.

Lo scorso anno, Apple ha consegnato 235 milioni di iPhone e anche nel 2022, con la gamma iPhone 13, è riuscita a fare buoni numeri: tra poche settimane, inoltre, uscirà la nuova gamma iPhone 14 e i numeri potrebbero schizzare nella parte finale dell’anno. Storicamente, infatti, sotto Natale gli iPhone si vendono come il pane.

Durante il secondo trimestre del 2022, gli analisti di Canalys (esperti in ricerche di mercato) hanno registrato un calo del 9% su base annua delle spedizioni di smartphone: sebbene Samsung mantenesse ancora la posizione dominante con il 21% delle quote di mercato (grazie e soprattutto agli smartphone di fascia media della serie Galaxy A), Apple si attestava al 17% delle quote di mercato: questo dato, misto ad ulteriori cali da parte di Samsung e un boom, magari grazie al cambio di design degli iPhone 14 Pro, potrebbe consentire realmente ad Apple di effettuare il sorpasso.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963