Apple Watch 5 Fonte foto: Apple
APPLE

Apple Watch 5 e iPad settima generazione: le novità

L'evento Apple si è aperto con un focus su nuovi servizi e nuovi dispositivi della mela morsicata. Svelato il nuovo Apple Watch 5 e l'iPad 7

10 Settembre 2019 - L’antipasto, se così vogliamo dire, è stato a base di ben quattro portate. Certo, magari qualcuno si aspettava qualche novità inattesa (il one more thing reso celebre da Steve Jobs), ma tutto sommato è stato un antipasto piuttosto abbondante. Per farla breve, prima di svelare i tre nuovi iPhone 11 (iPhone 11, iPhone 11 Pro e iPhone 11 Pro Max), Apple ha presentato nuovi servizi e dispositivi.

Uno spaccato di quella che è la nuova filosofia commerciale della casa di Cupertino, che vuole integrare in un unico ecosistema i dispositivi hardware, i prodotti software e quello che sta diventando il suo business più importante e redditizio: i servizi. Non è affatto un caso, insomma, che Apple abbia aperto l’evento odierno dedicando ampio spazio ai suoi abbonamenti. Anche se con un po’ di ritardo, Apple vuole ripercorrere le strade già battute da altri giganti della Silicon Valley come Amazon, Google e Netflix provando così a recuperare il terreno perso negli anni passati.

Apple Watch 5

Partiamo, però, da quello che è stata la “portata” più interessante: l’Apple Watch Series 5. Lo smartwatch della casa di Cupertino non cambia nell’aspetto, ma ciò non vuol dire che sia identico al suo predecessore. Le novità sono molteplici, anche se non immediatamente visibili. Per accorgersi di quanto sia cambiato l’Apple Watch basta guardare lo schermo: con la quinta generazione è stato introdotto l’always on display, in modo da poter sempre vedere le “facce” del proprio telefono, indipendentemente dalla posizione del polso.

Apple ci ha tenuto a far sapere, però, che la durata della batteria non ne risentirà affatto. Merito di nuovi sensori che variano la luminosità a seconda della situazione in cui ci si trova, la frequenza di aggiornamento dello schermo (può passare da 1 Hertz a 60 Hertz) e altre impostazioni. Non manca, poi, l’ottimizzazione software, che consente di monitorare i consumi e far sì che le 18 ore di autonomia dell’Apple Watch Series 4 siano confermate anche per il Series 5.

Molta attenzione, poi, è stata dedicata alle informazioni sulla salute di chi indossa lo smartwatch della mela morsicata. Oltre all’elettrocardiogramma, introdotto con la passata generazione di orologio intelligente, l’Apple Watch 5 ha il riconoscimento automatico della caduta; chiamate automatizzate ai numeri di emergenza di tutto il mondo (basterà tenere premuto il pulsante principale per alcuni istanti per far partire la chiamata) e “cartella sanitaria” personale contenente tutti i propri dati e informazioni mediche.

L’Apple Watch Series 5 è immediatamente disponibile sul sito web dell’azienda di Cupertino con un prezzo di partenza di 399 dollari per la versione con solo GPS e 499 dollari per la versione con eSIM.

iPad di settima generazione

Altro pezzo forte della mattinata californiana è stato il nuovo iPad di settima generazione. Anche in questo caso nessuna modifica a livello estetico, se non uno schermo leggermente più grande del passato. La diagonale del display passa dai “soliti” 9,7 pollici ai 10,2 pollici dell’iPad 7 appena presentato. Gli aspetti più interessanti sono però altri. L’iPad di settima generazione è progettato con iPadOS in mente, così che l’utente possa sfruttare al massimo il nuovo sistema operativo ottimizzato per funzionare a bordo dei tablet della mela morsicata. L’iPad 7 è dotato inoltre di Smart Connector al quale collegare l’Apple Keyboard e trasformare così il tablet in un piccolo notebook dalla portabilità estrema. L’iPad 7 sarà disponibile al prezzo di 389 euro nella versione Wi-Fi da 32 gigabyte.

Apple TV+ e Apple Arcade: i nuovi servizi in abbonamento di Apple

Come detto, però, grande attenzione è stata dedicata anche ai servizi in abbonamento, che Apple inizierà a offrire sin dalle prossime settimane. Non si tratta di novità assolute, ma di prodotti che la casa di Cupertino aveva già presentato nei mesi precedenti e che ora, finalmente, sono disponibili al pubblico.

Apple Arcade, il servizio di gaming in cloud, sarà disponibile dal 19 settembre a 4,99 dollari al mese e sarà integrato direttamente nell’App Store. Dopo aver sottoscritto l’abbonamento, basterà aprire il negozio di app dei dispositivi Apple per accedere alla collezione di giochi realizzati esclusivamente per il nuovo servizio della mela morsicata. Una volta installati, i giochi saranno disponibili per tutti i membri della famiglia su tutti i dispositivi Apple compatibili.

Apple TV+ sarà disponibile dal 1 novembre in più di 100 Paesi a 4,99 dollari al mese. Al lancio saranno disponibili tre serie prodotte dalla casa di Cupertino, oltre a decine di altre serie TV e film in esclusiva Apple. Chi acquisterà un iPhone, un iPad, un Mac o una Apple TV avrà un anno di abbonamento gratuito.