9da86324e3df6fb3bb5f7ddd48aaf5f5.jpg Fonte foto: ANSA
TECH NEWS

Auto 'intelligenti', Ue preoccupata

Rischi di monitoraggio permanente e diffuso

(ANSA) – ROMA, 30 OTT – Le Autorità di protezione dati europee – si legge nella Newsletter del Garante per la privacy – hanno approvato un parere su un sistema di trasporto intelligente denominato C-ITS, in base al quale dal 2019 le autovetture in circolazione in Europa potranno “comunicare” tra loro e con altre infrastrutture di trasporto (segnaletica stradale, stazioni di trasmissione/ricezione) scambiandosi informazioni utili.

Il parere, di cui è relatore il Garante italiano, rappresenta un primo, importante passo per tutelare, fin dalla fase di progettazione, i dati personali impiegati da queste nuove applicazioni tecnologiche. I Garanti europei, pur riconoscendo la validità del progetto della Commissione, sottolineano come la diffusione su vasta scala di questa nuova tecnologia, che comporterà la raccolta e l’elaborazione di quantità senza precedenti di dati (stile di guida, velocità, direzione, geolocalizzazione), ponga nuove sfide ai diritti fondamentali e alla riservatezza.

Contenuti sponsorizzati