Libero
SMART EVOLUTION

Bancomat e carte di credito: cosa cambia dal 1 gennaio [VIDEO]

Il 2021 si apre con due novità per le carte Bancomat e le carte di credito, entrambe finalizzate a stimolare i pagamenti elettronici.

Dal primo gennaio 2021 arrivano due grandi novità per i pagamenti elettronici, entrambe finalizzate a stimolare l’addio ai contanti e a favorire il tracciamento delle transazioni tra privati e negozianti, in modo da abbattere l’evasione fiscale. La tecnologia, infatti, si può dimostrare uno strumento utilissimo al fisco.

Le due novità sono l’avvio del programma Cashback di Stato ordinario, quello semestrale, e il raddoppio della soglia massima per i pagamenti “contactless, cioè quelli effettuati con carta di credito o di debito sfiorando il POS e senza dover inserire il PIN per autorizzare la transazione. Da una parte si stimola il cittadino a pagare con carta e non con contatti, quindi, dall’altra gli si facilita la vita permettendogli di fare acquisti più consistenti senza dover inserire il codice di verifica.

Cashback di Stato: le regole dal 1 gennaio

Dal primo gennaio 2021, chiuso il difficile esperimento del Cashback di Natale, inizia il primo periodo di riferimento semestrale del Cashback di Stato ordinario. Il cittadino ha sei mesi di tempo per totalizzare almeno 50 transazioni valide e ottenere il 10% di rimborso sulle cifre spese in tali transazioni per un massimo di 150 euro a semestre.

Si parte con le sole carte e con pochissime app, come Satispay, ma il Governo promette che non passerà molto prima che si potrà pagare anche con gli smartphone tramite NFC e app come Apple Pay, Google Pay e Samsung Pay.

Parallelamente al Cahsback ordinario arriva anche il Super Cashback: un premio da 1.500 euro per i primi 100.000 che avranno totalizzato più transazioni valide nel semestre.

Carte di credito e bancomat: la nuova soglia contactless

Contemporaneamente, sempre a partire da giorno 1 gennaio 2021, raddoppia la soglia dei pagamenti contactless. Adesso è possibile pagare fino a 50 euro senza dover inserire il PIN, contro la soglia precedente di 25 euro.

Il raddoppio interessa, tra gli altri, tutti i possessori di carta Bancomat, Visa, Mastercard e BancoPosta e la nuova soglia vale, quasi sempre, anche per gli acquisti fatti all’estero.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963