biglietti-aerei Fonte foto: Shutterstock
SICUREZZA INFORMATICA

Biglietti KLM in regalo: è una truffa. Come difendersi

La nuova truffa dei biglietti aerei gratis è nata su Facebook e ha preso di mira KLM. Con la promessa di regalare i biglietti si ottengono i dati degli utenti

16 Agosto 2017 - KLM Airline offre 2 biglietti gratuiti a tutti! Per celebrare il 97anniversario”. È questo il messaggio promozionale utilizzato dai truffatori per creare l’ultima truffa che sta mietendo diverse vittime su Facebook. Il link che promette di ricevere due biglietti gratis è molto condiviso sulla piattaforma social e in molti sono caduti nella trappola creata dai pirati informatici.

Non è la prima volta che il social network viene scelto per portare avanti una truffa. Le tecniche utilizzate dai malintenzionati sono sempre le stesse: si promette all’utente che riceverà qualcosa di molto costo gratis (in questo caso i biglietti aerei) e poi lo si convince a fornire dati personali come il nome, il cognome, il numero telefonico e l’indirizzo e-mail (in alcuni casi anche il numero della carta di credito). Una volta che l’utente ha compilato il form, però, non riceve nulla in cambio, anzi. In alcuni casi viene installato un virus sul computer.

Anche per la truffa dei biglietti aerei gratis KLM lanciata su Facebook, la tecnica utilizzata dai pirati informatici è la stessa. E come succede in questi casi, senza l’aiuto degli utenti i truffatori avrebbero vita breve. In molti casi riconoscere che si tratta di una truffa è anche abbastanza semplice: il messaggio è scritto in un italiano approssimativo e il sito web che offre la promozione non è quello ufficiale dell’azienda.

Come funziona la truffa dei biglietti gratis KLM

Con l’arrivo dell’estate tutti sono alla ricerca di un’offerta last minute per partire. E la prospettiva di ricevere due biglietti gratis per partire non può che allettare le persone. Ma ricordate, nulla è gratis. E anche nel caso della truffa dei biglietti gratis, oltre a non ricevere nulla si regaleranno dati preziosi agli utenti. Ma andiamo con ordine.

La tecnica messa in campo dai truffatori è una classica campagna phishing. Un messaggio che recita “KLM Airline offre 2 biglietti gratuiti a tutti! Per celebrare il 97anniversario” non può che invogliare l’utente a cliccare. Ma appena cliccato sul link cominciano i primi problemi. Si viene spediti su un sito internet (http://klm-etickets.us) che non è quello ufficiale della compagnia aerea olandese. Inoltre, prima di ricevere i biglietti gratis è necessario rispondere a tre domande e successivamente si dovrà condividere il link sulla propria pagina Facebook. Infine viene chiesto all’utente anche di cliccare su un altro tasto. Alla fine della procedura, però, l’utente non riceve i biglietti e i truffatori nel frattempo sono riusciti a ottenere i dati di Facebook della vittima.

Come riconoscere la truffa e come difendersi

Che si tratta di una truffa lo si riconosce immediatamente. Solo la distrazione può fregare gli utenti. Il nome ufficiale della compagnia aerea è KLM Airlines e non KLM Airline. Inoltre, il sito che si apre dopo aver cliccato sul link non è quello ufficiale della compagnia aerea olandese. E già questi due anomalie dovrebbero far capire che si tratta di una truffa. Ma l’anomalia più grande sono gli errori di grammatica italiana presenti nel testo dei sondaggi: verbi e parole completamente sbagliati. Infine, quando si sta rispondendo alle domande del sondaggio, è presente un messaggio che avverte l’utente che i biglietti omaggio rimasti sono solamente 332: aggiornando la pagina il numero resta sempre lo stesso e questo è un altro segnale che si tratta di una truffa.

Come spesso accade con le campagne phishing online, basta un po’ di attenzione per non cadere nelle trappole dei truffatori.

Contenuti sponsorizzati