google huawei Fonte foto: Fabian Strauch / Shutterstock.com
ANDROID

Blacklist Google su smartphone Huawei, dove non installare le sue app

Google ha voluto specificare che chi installa applicazione come Gmail e Google Maps sui nuovi smartphone Huawei incorre in pericoli gravi: ecco quali

Huawei prova a fare a meno di Google, ma Google avverte gli utenti Huawei: rischiate grosso. Dopo il recente annuncio dei primi device di Huawei e Honor fuori dalla Cina che non avranno più i Google Mobile Services, sostituiti dai Huawei Mobile Sevices, non si è fatta attendere la risposta di Big G.

Che non è in realtà una minaccia, come potrebbe sembrare a prima vista, ma una precisazione dovuta: gli utenti di questi smartphone non potranno scaricare e installare le app Android direttamente dal Play Store, né quelle di Google né quelle di altri sviluppatori. E, di conseguenza, Google non si prende alcuna responsabilità per eventuali malware o altri problemi derivanti dal cosiddetto “sideload” che, tra l’altro, non garantisce neanche che l’app scaricata poi funzioni in modo regolare e come previsto originariamente. Ma di cosa si tratta esattamente e cosa rischiano gli utenti Huawei e Honor?

Niente Google sui device Huawei

A causa dell’ormai arcinoto ban di Donald Trump su una lista di aziende cinesi, tra le quali quelle del gruppo Huawei, che non possono più fare affari con le aziende americane senza passare dall’ok del Governo americano, già da oltre sei mesi la collaborazione tra Huawei e Google è praticamente interrotta. Huawei integra ancora il sistema operativo Android sui suoi dispositivi, ma nella sua versione open source e senza supporto ufficiale. I dispositivi Huawei, inoltre, non possono uscire dalle fabbriche con le app standard di Google (Gmail, Maps, YouTube, Calendar, etc etc…) né con i servizi mobili di Google. Ma mentre i servizi di Google possono essere sostituiti in maniera accettabile da quelli di Huawei, difficilmente milioni di utenti vorranno restare senza le applicazioni di Google. E qui nasce il problema, che ha indotto Google ad avvertire gli utenti Huawei.

Attenti al sideload

Le app per Android si scaricano dal Play Store, che è uno store abbastanza sicuro grazie al servizio Play Protect. Che a volte lascia passare qualche virus, come ormai sappiamo, ma che in linea di massima protegge gli utenti dal grosso delle minacce. Se gli utenti non possono scaricare le app di Google e di altri sviluppatori direttamente dal Play Store (che con i Huawei Mobile Services non funziona), allora le cercheranno altrove, su store paralleli, e le scaricheranno da lì. E’ il cosiddetto “sideload” e, dice Google, è un rischio: “Le app Google scaricate con il sideload non funzioneranno in modo affidabile perché non consentiamo l’esecuzione di questi servizi su dispositivi non certificati, in cui la sicurezza potrebbe essere compromessa. Il sideload delle app di Google comporta anche un alto rischio di installazione di un’app che è stata alterata o manomessa in modi che possono compromettere la sicurezza degli utenti“.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963