HOW TO

Bonus Bici 2020, quando sarà disponibile la piattaforma per i rimborsi

La piattaforma per richiedere il bonus bici 2020 verrà rilasciata dopo il 6 agosto e permetterà a tutti di ottenere il rimborso per la spesa effettuata

Il Bonus Mobilità 2020 è alle battute finale: dopo il 6 agosto verrà resa disponibile la piattaforma per chiedere il rimborso per chi ha già acquistato un mezzo sostenibile, cioè una bici, una e-bike, un monopattino elettrico, un hoverboard o un segway. La misura è stata annunciata oramai da un paio di mesi, ma non è stata ancora ufficializzata a causa di disguidi burocratici tra il Ministero dell’Ambiente e il Ministero dei Trasporti, i due enti che hanno spinto fortemente per il Bonus Bici.

La piattaforma dove richiedere i fondi doveva essere rilasciata entro la fine di luglio, ma si è deciso di posticipare l’arrivo a dopo il 6 agosto, giorno in cui si riunirà la Conferenza permanente Stato – Regioni per discutere del decreto ministeriale sul Bonus Bici. Dopo la Conferenza ci dovrebbe essere la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale e il relativo lancio della piattaforma. Per accedere alla piattaforma per chiedere il rimborso bisognerà scaricare l’app sul proprio smartphone o accedere tramite computer e utilizzare lo SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale.

Come richiedere il Bonus bici 2020

La piattaforma per il Bonus Bici 2020 è pronta, ma manca ancora il decreto attuativo e la relativa pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale per renderla disponibile a tutti. Pubblicazione che dovrebbe avvenire il 6 agosto. Questa, quindi, la possibile data di rilascio della webapp dove richiedere il rimborso per l’acquisto di uno dei mezzi compatibili con il Bonus bici 2020: biciclette, e-bike, monopattini elettrici e hoverboard.

Rispetto alle ipotesi iniziali, la piattaforma verrà rilasciata molto in ritardo, ma chi ha già acquistato un mezzo sostenibile (la misura, infatti, è retroattiva e copre tutti gli acquisti effettuati da l4 maggio), non deve preoccuparsi: i fondi ci sono per tutti e sono anche aumentati. Il Ministro dell’Ambiente Costa ha assicurato che non ci sarà nessun click day e che i fondi a disposizione sono aumentati fino a 210 milioni di euro. E potrebbero ancora aumentare grazie ai soldi derivanti dalle tasse sui mezzi inquinanti.

Per richiedere il Bonus Bici bisognerà scaricare l’app ad hoc e accedere con le credenziali dello SPID. Un sistema molto simile a quello utilizzato per il Bonus Vacanze e che ha funzionato abbastanza bene.

Come funziona il Bonus bici 2020

Il bonus mobilità 2020 è un’agevolazione per l’acquisto di mezzi sostenibili e che non inquinano, preferibilmente elettrici. Nella lista dei mezzi compatibili troviamole già citate bici, e-bike e monopattini elettrici.

Il bonus bici è un contributo a fondo perduto che copre il 60% della spesa effettuata da una persona, fino a un massimo di 500 euro. Questo vuol dire che per avere il bonus pieno è necessario spendere più di 833 euro (di cui 500 vengono rimborsati).

Il bonus è retroattivo per tutti gli acquisti effettuati dal 4 maggio in poi. Per ottenere il rimborso è necessario avere la fattura dell’acquisto e caricarla sulla piattaforma, quando sarà disponibile. Chi, invece, non ha ancora effettuato l’acquisto, potrà richiedere il bonus sotto forma di voucher e presentarlo al negoziante per ottenere lo sconto del 60%.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963