televisore Fonte foto: Shutterstock
GUIDE ALL’ ACQUISTO

Bonus TV, quali televisori e decoder puoi comprare

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato la lista di dispositivi compatibili con il digitale terrestre DVB-T2: ecco quali sono

2 Dicembre 2019 - Mancano poco più di due settimane al 18 dicembre, data in cui entreranno in vigore gli incentivi governativi per l’acquisto di un televisore o un decoder compatibili con il DVB-T2, cioè il nuovo standard del digitale terrestre.

L’incentivo, fino a 50 euro, è riservato alle famiglie con un reddito Isee fino a 20mila euro e all’interno della stessa famiglia è possibile usufruire del bonus solo una volta. In caso di falsa dichiarazione, qualora il trasgressore venisse scoperto, dovrà restituire il bonus, rischierà una sanzione e una denuncia penale. Vista la poca chiarezza in merito a quali dispositivi è possibile acquistare con il bonus, il Ministero dello Sviluppo Economico ha pensato bene di pubblicare sul suo sito una pagina dalla quale è possibile controllare quali sono i dispositivi “compatibili” con il bonus. Ricordiamo che i fondi complessivamente a disposizione, da spalmare in tre anni fino al 2022, ammontano a 151 milioni di euro.

Bonus TV: come scoprire se un prodotto diritto al bonus

Fermo restando il prerequisito economico, che andrà dimostrato tramite un modulo di autocertificazione da presentare in negozio al momento dell’acquisto (il modulo si può scaricare sempre dal sito del Ministero:), è possibile ottenere il bonus solo per i TV e decoder in standard DV-BT2/HEVC elencati nella lista.

Bonus TV: oltre 500 dispositivi compatibili

La scelta di prodotti compatibili con il digitale terrestre 2.0, tra televisori e decoder, è veramente vasta: sono oltre 500 i dispositivi già registrati sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico e, per comodità, è anche possibile effettuare una ricerca all’interno della lista per marca e modello, o per codice EAN (in pratica il codice a barre del prodotto). Tra questi dispositivi c’è veramente di tutto: dai decoder da poche decine di euro (sotto i 50 euro di costo il bonus va ricalcolato) fino a smart TV da quasi 2.000 euro.

Il nuovo digitale terrestre

L’incentivo governativo è reso necessario dal fatto che in Italia solo 3,8 milioni di famiglie ha un televisore o un decoder compatibile con il nuovo standard del digitale terrestre, contro 17,8 milioni di famiglie che non ce l’hanno. Tale standard entrerà in funzione nel 2022, con uno scopo ben preciso: liberare alcune frequenze già vendute all’asta dallo Stato agli operatori telefonici, che le useranno per le reti 5G.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963