smartphone Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Cellulari e rischio cancro, come usarli in sicurezza

Uno studio del National Toxicology Program ha dimostrato gli effetti sulle cavie delle radiazioni dello smartphone, ecco come usare i telefoni in sicurezza

Dopo una serie di test effettuati sui ratti, il National Toxicology Program (NTP) degli Stati Uniti ha reso pubblico un report sugli effetti dell’uso massiccio dei telefoni cellulari sulle cellule degli esseri viventi. Se per lavoro o svago passiamo molte ore davanti a uno smartphone è bene iniziare a prendere delle precauzioni.

Più volte abbiamo parlato degli effetti sul corpo umano delle radiazioni degli smartphone, e se volete sapere quali sono i telefoni più “inquinanti”per l’uomo e come si valuta l’effettivo pericolo di uno specifico smartphone per la salute umana potete leggere le nostre specifiche guide in merito. Quest nuovo report dell’NTP, però, va più in profondità e ci fornisce un chiaro report degli effetti di uno smartphone su una cavia da laboratorio. Si tratta di uno dei primi studi assoluti su esseri viventi di questo tipo e per completarlo sono stati necessari oltre 30 milioni di dollari e un decennio di studio.

Cancro causato dall’uso dello smartphone

La ricerca ha evidenziato come l’elevata esposizione alle onde radio di uno smartphone ha aumentato nelle cavie lo sviluppo di tumori al cuore, al cervello e alle ghiandole surrenali degli animali in laboratorio. Gli studi hanno anche rilevato che le mamme cavie e i loro neonati avevano un peso corporeo inferiore se esposti a livelli elevati di radiazioni durante la gravidanza e l’allattamento. Prima di buttare per sempre il nostro smartphone però dobbiamo fare diverse considerazioni. Gli effetti sui topi non sono gli stessi rispetto al corpo umano. In secondo luogo i topi sono stati esposti a un numero molto più elevato di radiazioni rispetto a quelle che emettono normalmente i telefoni di ultima generazione che usiamo quotidianamente. Nonostante questo ci sono alcuni suggerimenti che conviene adottare per proteggersi dalle radiazioni di uno smartphone.

Come usare uno smartphone per proteggersi dalle radiazioni

Per prima cosa, cerchiamo sempre di non tenere il telefono in tasca o vicino al nostro corpo. Meglio portarlo in uno zaino o in una borsa. Se stiamo molto tempo al telefono facendo chiamate usiamo cuffie o auricolari Bluetooth per evitare di attaccare lo smartphone alla testa per lunghi periodi. Molto importante poi non dormire con il telefono sotto il cuscino o nel comodino, sempre per evitare di tenere per lungo tempo il cellulare vicino alla testa ed esporre il cervello a lunghi periodi di onde radio. Se il segnale è debole evitiamo di stare troppo tempo vicini allo smartphone. Quando la Rete è scarsa le radiazioni emesse sono più forti. Anche se usiamo gli auricolari, togliamoli mentre non siamo in chiamata. Gli auricolari Bluetooth infatti emettono anche loro delle piccole radiazioni. Quando possibile infine mettiamo il telefono in modalità aereo o spegniamolo. In queste due situazioni lo smartphone non emette radiazioni.

Contenuti sponsorizzati