whatsapp pay Fonte foto: Jakraphong Photography / Shutterstock.com
APP

Che cosa è WhatsApp Pay e quando arriverà in Italia

WhatsApp Pay è una nuova funzionalità dell'app di messaggistica che permette di inviare soldi ai propri amici. Ecco come funziona e quando arriva in Italia

21 Ottobre 2019 - Mentre tutte le attenzioni dell’alta finanza erano focalizzate su Libra, la criptovaluta creata da Facebook e che dovrebbe fare il suo debutto entro il 2020, ma che sta incontrando molte resistenze e  problemi, l’azienda di Menlo Park sviluppava un altro metodo di pagamento: WhatsApp Pay. Metodo di pagamento che potrebbe debuttare a breve anche in Italia, o perlomeno questi sono gli obiettivi di Mark Zuckerberg.

Non è un segreto che Facebook (intesa come azienda) ha in programma di diventare protagonista anche nel mondo dei pagamenti digitali. Dopo essere diventata il principale punto di riferimento per il mondo dei social (Facebook) e quello delle app di messaggistica (WhatsApp), l’azienda guidata da Zuckerberg vuole monetizzare la propria audience e lanciare un proprio sistema di pagamento digitale. Per intenderci un sistema simile ad Apple Pay e Google Pay che si integra direttamente con WhatsApp e che permette di inviare soldi ai propri amici o pagare la spesa al supermercato.

Lo strumento già esiste e si chiama WhatsApp Pay. Per il momento è in fase di test in India, ma Facebook lo vuole estendere prossimamente in altre Nazioni per poi rilasciarlo in tutto il Mondo. E l’Italia potrebbe far parte delle Nazioni scelte in questo test iniziale.

Che cosa è WhatsApp Pay

WhatsApp Pay è una nuova funzione dell’applicazione di messaggistica istantanea lanciata per il momento solo per un milione di utenti in India. Come si può intuire dal nome, si tratta di un sistema di pagamento digitale, simile ad Apple Pay e Google Pay. che permette di scambiarsi i soldi o di inviare denaro a un amico direttamente tramite l’applicazione.

L’obiettivo di Facebook è conquistare una fetta importante di questo nuovo mercato, grazie al fatto che oltre 1,5 miliardi di persone utilizzano quotidianamente WhatsApp per chattare.

Come funziona WhatsApp Pay

Il funzionamento di WhatsApp Pay deve essere ancora perfezionato. Per il momento si basa sul sistema Unified Payments Interface (UPI) sviluppato dalla National Payments Corporation of India e tutte le transazioni sono supervisionate dalla Banca Centrale indiana. Questo vuol dire che se Facebook vorrà portare WhatsApp Pay anche in altre Nazioni dovrà sviluppare un proprio sistema. Sistema che, però, ancora non viene annunciato ufficialmente.

Quando andrà a regime, il funzionamento di WhatsApp dovrebbe essere molto semplice. Gli utenti potranno registrare nel wallet digitale le proprie carte di credito e potranno inviare soldi agli amici entrando all’interno della conversazione e inserendo la cifra della transazione economica. WhatsApp Pay potrebbe essere utilizzato anche per pagare la spesa al supermercato sfruttando la tecnologia NFC oppure l’account WhatsApp Business delle aziende.

Quando arriva WhatsApp Pay in Italia

Difficile dirlo. La funzionalità è ancora in fase di test in India e nei prossimi mesi potrebbe fare il suo debutto in altre Nazioni. L’obiettivo di Facebook è testarlo prima in Nazioni con una popolazione numerosa e in via di Sviluppo per poi lanciarlo in tutto il Mondo. Un’ipotesi realistica prevede il debutto di WhatsApp Pay entro la fine del 2020.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963