Che cos'è il chip Titan-M e perché Google l'ha inserito nel Pixel 3 Fonte foto: Shutterstock
ANDROID

Che cos'è il chip Titan-M e perché Google l'ha inserito nel Pixel 3

Ecco cos'è e a cosa serve il Titan-M, il chip voluto e inserito da Google sui nuovi smartphone Pixel 3 per migliorare la sicurezza informatica dei suoi utenti

19 Ottobre 2018 - Dopo lo scandalo della falla da sicurezza informatica che ha portato alla chiusura definitiva del social media Google+, Mountain View sta cercando di riguadagnare punti con i suoi utenti in termini di cyber security. Per questo motivo l’azienda ha inserito un chip speciale chiamato Titan-M nel Pixel 3.

Il chip Titan-M svolgerà sugli smartphone top di gamma di Google un’unica funzione: proteggerà gli utenti dagli attacchi informatici. Stando a quanto afferma Mountain View il chip proteggerà sia il sistema operativo che i dati inseriti dalle persone nei propri smartphone. Va detto che non è la primissima volta che Google usa un sistema del genere per aumentare la cyber security sui propri dispositivi mobili. Già con Pixel 2 Mountain View aveva inserito un modulo di sicurezza con crittografia per proteggere la schermata di blocco e la memoria interna del telefono. Con il chip Titan-M però Google ha fatto un ulteriore passo avanti per la sicurezza informatica del suo smartphone e dei suoi utenti.

A cosa serve il Chip Titan-M di Google su Pixel 3

Google ha indicato tutte le funzioni nelle quali il chip di sicurezza informatica Titan-M agisce per difendere le persone dagli attacchi hacker. Innanzitutto il Titan-M agisce a livello di processo d’avvio per impedire a ladri o cyber criminali di manomettere il sistema Android durante l’accensione dello smartphone. Il Titan-M riduce anche il numero di tentativi che una persona può effettuare per il PIN, il codice di sblocco o la password del blocco schermo. Se un ladro o un hacker tentano di forzare il sistema di protezione dello schermo il chip bloccherà lo smartphone impedendo ai malintenzionati di effettuare qualsiasi operazione.

Il Titan-M include anche un sistema di sicurezza che usa la crittografia per proteggere tutti i dati che salviamo nella memoria interna del nostro telefono e anche sulle microSD esterne. Tutte le informazioni per i pagamenti online, come i dati della carta di credito, di un conto PayPal o di una prepagata, inoltre vengono salvati, sempre protetti da crittografia, sullo stesso chip Titan-M. Il sistema inoltre si occuperà di tenere aggiornate applicazioni, sistemi antivirus e anche gli aggiornamenti dello stesso sistema operativo Android.