chi era bbking Fonte foto: Randy Miramontez / Shutterstock.com
SMART EVOLUTION

Chi era B.B. King, il Doodle di Google di oggi

Google celebra B.B: King a 94 anni dalla sua nascita con un Doodle animato. Ecco la biografia del grande chitarrista blues

16 Settembre 2019 - Google celebra oggi 16 settembre il grande chitarrista Blues B.B. King con un Doodle animato presente nell’home page del motore di ricerca. Il musicista avrebbe compiuto oggi 94 anni e l’azienda di Menlo Park ha deciso di creare un video animato che si avvia appena si preme sull’illustrazione presente al posto del logo di Google.

B.B. King è stato uno dei musicisti più importanti del Novecento. Con la sua “Lucille“, una Gibson ES-335, ha formato una delle “coppie” più riconoscibili del panorama musicale internazionale. La sua carriera è durata quasi settant’anni, dal 1949 al 2015, anno della sua morte. In carriera ha vinto per 15 volte il Grammy ed è stato inserito dalla rivista Rolling Stone nella classifica dei 100 migliori chitarristi di sempre (al sesto posto). Con 70 dischi pubblicati in tutta la carriera (compresi i Live e la Raccolte), è stato uno dei musicisti più prolifici del Novecento.

B.B. King, il Re del Blues

B.B. King, al secolo Riley B. King, è stato uno dei più grandi interpreti della musica Blues. Soprannominato il “Re del Blues” ha avuto il merito di portare il blues dai campi di cotone alle grandi arene internazionali. B.B. King nasce il 16 settembre 1925 a Itta Bena, cittadina sul delta del Mississipi. Vive la sua infanzia insieme alla mamma e alla nonna, lavorando nei campi di cotone.

Le sue prime esperienze musicali sono in un coro gospel in chiesa. Affinò la sua tecnica da chitarrista nel 1946, quando si trasferì a Memphis con tutta la famiglia e si fece aiutare dal cugino, chitarrista blues anche lui. B.B. King inizia a lavorare anche in radio come disc-jockey. È qui che ottenne il soprannome di B.B., ovvero Blues Boy. La sua carriera musicale inizia nel 1949 quando registra canzoni per la RPM Records di Los Angeles, ma è negli anni cinquanta che inizia a farsi apprezzare al grande pubblico e a duettare con i grandi della musica “black”.

B.B. King ha avuto l’onore di aprire i concerti dei Rolling Stone e di diventare la prima vera star della musica blues. Ha vinto in totale 15 Grammy ed è stato incluso nella Rock & Roll Hall of Fame. Si è esibito anche alla Casa Bianca e ha ricevuto dottorati e onorificenze dalle più importanti Università statunitensi.

B.B. King e Lucille, i maestri del Blues

Lucille è il nome che B.B. King ha dato alla sua chitarra, una Gibson ES-335 che lo ha accompagnato per tutta la vita. Durante la carriera ha utilizzato anche altre chitarre (sempre Gibson), ma il suo rapporto con Lucille è diventato storico. Si tratta di una chitarra particolare, fatta su misura per le caratteristiche di B.B. King.

Il Doodle che celebra B.B. King è stato realizzato da Steve Spencer e Nayeli Lavanderos.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963