Libero
Perché il caldo estremo può ucciderci: ecco i sintomi a cui fare attenzione Fonte foto: 123RF
SCIENZA

Perché il caldo estremo può ucciderci: ecco i sintomi a cui fare attenzione

Debolezza, nausea, sete, forte sudorazione e non solo: quando allarmarsi e chiamare un medico. Il caldo estremo può ucciderci: i sintomi.

Uno dei motivi che dovrebbero convincerci a moltiplicare i nostri sforzi, nel tentativo di arrestare il cambiamento climatico, sono le morti per caldo. Ne accadono a centinaia e colpiscono soprattutto gli strati più deboli della società, come gli anziani. Tra il 25 e il 30 giugno, ad esempio, nella contea di Multnomah, in Oregon, negli Stati Uniti, un’ondata di temperature elevate e senza precedenti ha provocato quattro volte il numero normale di morti. Qualcosa del genere è successo in Canada: la CBC, emittente pubblica dello Stato, ha parlato di "centinaia di morti improvvise".

Quali sono i sintomi del colpo di calore

Sono gli effetti del colpo di calore, che può far ammalare e addirittura può uccidere le persone. Si verifica quando il corpo non riesce a raffreddarsi tramite il sudore: lo abbiamo spiegato anche in un articolo sul perché l’umidità dà più fastidio del caldo. Quando l’aria è satura di acqua, e non può assorbire altra H2O, il sudore resta sulla pelle, non potendo in effetti adempiere a quella funzione fondamentale di raffreddamento del corpo che si realizza tramite l’evaporazione.

C’è di più: come sottolineano gli esperti, la sudorazione ci disidrata, riducendo il volume del sangue e compromettendo il flusso sanguigno al cervello, all’intestino, al cuore, ai reni e non solo. Inoltre, il sangue più denso aumenta la probabilità di coagulazione.

I sintomi a cui fare attenzione, soprattutto se si è tra le persone a rischio, sono crampi muscolari, insieme a debolezza, nausea, sete e forte sudorazione. Alcuni stadi successivi riguardano la pelle fredda e umida e un battito cardiaco, misurabile grazie al polso, veloce e debole. L’ultimo livello, che richiede immediato intervento medico, si manifesta tramite confusione, mancanza di sudorazione e perdita di conoscenza.

Come proteggersi dal caldo

Fortunatamente i modi di proteggerci dagli effetti indesiderati del caldo sono molto semplici e consistono nel rimanere idratati, evitare il sole e l’attività fisica, utilizzare un ventilatore (che soffia aria sul corpo l’aria, ripristinando le condizioni ideali). Una buona idea può anche essere immergere le mani nell’acqua fredda. Un altro consiglio è di indossare abiti adatti, ovvero freschi che agevolano la traspirazione: in attesa della commercializzazione di una t-shirt che funziona come l’aria condizionata, appena inventata in Cina, va bene anche qualcosa di leggero e bianco.

Giuseppe Giordano

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963