facebook-tool-cambridge-analytica Fonte foto: Seasontime / Shutterstock.com

Come controllare se Cambridge Analytica ha i tuoi dati

Facebook ha rilasciato un tool online che permette di scoprire se Cambridge Analytica ha utilizzato i propri dati personali per veicolare messaggi di propaganda

11 Aprile 2018 - Come promesso nei giorni precedenti, Facebook ha cominciato ad avvisare gli utenti coinvolti nello scandalo Cambridge Analytica tramite un messaggio fissato in alto nella sezione Notizie (dove vengono raccolti tutti i post pubblicati dai propri amici). Oltre ad avvertire gli utenti che i propri dati potrebbero essere stati utilizzati da Cambridge Analytica per creare dei messaggi propagandistici, Facebook suggerisce cosa fare per proteggere il proprio account e per migliorare la privacy eliminando le app che hanno accesso alle proprie informazioni personali.

Nel caso in cui non abbiate ricevuto il messaggio, non è detto che siate al sicuro, potrebbe essere che Facebook è semplicemente in ritardo. Per permettere agli utenti di scoprire se i propri dati personali sono finiti nelle mani di Cambridge Analytica, Facebook ha realizzato un tool online che comunica ad ogni utente iscritto al social network se le sue informazioni sono state utilizzate in modo fraudolento dall’azienda statunitense. Ecco come fare per scoprire se le proprie informazioni personali sono state condivise con Cambridge Analytica.

Come funziona il tool

Dalle ultime informazioni pubblicate da Mark Zuckerberg sul blog di Facebook, gli utenti coinvolti nello scandalo Cambridge Analytica sarebbero più di 87 milioni, quasi il doppio rispetto ai 50 milioni annunciati inizialmente. Tra questi 87 milioni, ben 214.000 sarebbero italiani. Ma secondo il Garante per la protezione dei dati personali, il numero potrebbe essere più alto. Per controllare se anche il proprio profilo è finito nelle mani dell’azienda britannica, Facebook ha rilasciato un tool online molto semplice da utilizzare per scoprire se i propri dati personali sono stati condivisi con aziende di terze parti.

Per utilizzare il tool è necessario aprire questo link e accedere con le proprie credenziali di Facebook. Nel riquadro “Le mie informazioni sono state condivise?” si avrà la conferma se Cambridge Analytica ha utilizzato i propri dati personali per veicolare messaggi politici.

Eliminare le app che hanno accesso ai propri dati

Le app di Facebook che hanno accesso ai propri datiFonte foto: Redazione
Le app di Facebook che hanno accesso ai propri dati

All’interno dello strumento, oltre a scoprire se si fa parte degli oltre 200.000 italiani coinvolti nel caso Cambridge Analytica, Facebook fornisce anche dei consigli per migliorare la privacy del proprio account. Il nemico numero uno sono le app che hanno accesso ai propri dati personali e alle quali abbiamo effettuato l’accesso tramite l’account Facebook. È proprio grazie a una di queste app (This Is Your Digital Life) che Cambridge Analytica è riuscita a ottenere i dati di oltre 87 milioni di utenti.

Per controllare quali app e siti web hanno l’accesso ai propri dati, è necessario entrare nelle Impostazioni e cliccare dalla colonna di sinistra sulla voce “App e siti web”. Si aprirà una lista di tutte le app e si potrà decidere di eliminare quelle che non si utilizzano.

Contenuti sponsorizzati