creare sito web
HOW TO

Come creare un sito web

In un’era in cui il web è in continua crescita, rendendo la presenza online pressoché imprescindibile, specie per le aziende, creare un sito web è diventato inevitabile. Le guide su come creare un sito web oramai si sprecano, praticamente escono dalle orecchie … ma è davvero così facile come sembra? E come si fa a sapere se si sta intraprendendo la strada giusta?

Facciamo un passo indietro: prima ancora di farsi venire i dubbi sulle scelte fatte, queste scelte bisogna farle. Da dove partire? Quali aspetti, quali fattori bisogna andare a guardare nella creazione di un sito web?

Website Brief: perché andare allo sbaraglio non è mai un buon piano

Prima ancora di iniziare a muovere i primi passi nella creazione di un sito web, è necessario avere un piano prestabilito, una linea d’azione che segua lo sviluppo del progetto. Questo tipo di pianificazione prende il nome di website brief.

Per website brief non si intende altro che un documento, un piano in cui vengono delineati i passi da seguire: dalla grafica allo sviluppo del software. Parliamo quindi di una mappa a tutti gli effetti, una sorta di checklist che serve a tenere sotto controllo tutte le azioni legate alla creazione del sito web. Affinché il sito riscuota successo, è essenziale che il website brief sia il più dettagliato possibile: segnarsi degli step vaghi, come fare questo, fare quello, non basta. È fondamentale avere una mappa che scenda fin nei minimi particolari, solo così sarà possibile prevedere l’imprevedibile, o almeno provarci.

Come creare un sito web: la creatività è regina

Facciamo un esempio pratico: è il compleanno della nonna, e vogliamo farle una festa. Per far sì che vada tutto per il meglio, non possiamo semplicemente presentarci a casa sua e farle gli auguri, no? Dobbiamo organizzare una festa, e una festa implica una certa pianificazione, non fosse altro che perché servono materiali, una lista di cose da comprare, eventuali servizi da prenotare. Ecco, creare un sito web è una questione piuttosto simile. Se poi si tratta di una festa che riunirà l’intera famiglia, allora qualcuno dovrà prendere le redini e pensare anche al lato creativo: una festa senza attività rischia di finire presto e lasciare con l’amaro in bocca. Serve dunque qualcuno che sappia come far divertire gli altri. Allo stesso modo, la creazione di un sito necessita della presenza di una figura che riesca ad unire la visione ‘tecnica’ degli sviluppatori a quella profana, e spesso del tutto principiante, degli utenti, ovvero un ponte tra le funzionalità e il bell’aspetto.

Come creare un sito web: la perfezione non esiste

Per creare un sito web è anche importante riconoscere i propri limiti. La perfezione non esiste, quindi neanche il sito sarà mai perfetto. Quello che si può fare è cercare di offrire agli utenti sempre la versione migliore dello stesso. Naturalmente, però, per chi non ha mai creato un sito in vita sua, gli errori sono inevitabili. Può succedere che ci siano degli intoppi. L’importante è essere ben consapevoli che possa capitare, partire subito col presupposto che potrebbero nascere degli imprevisti: dopotutto è sempre meglio prevenire che curare.

Come creare un sito web: quali sono gli intoppi più frequenti per i per un sito web appena nato?

Ecco, parlando di imprevisti, quali solo quelli da cui bisognerebbe guardarsi?

  • Inesperienza degli admin. Alcuni partono con l’idea che creare un sito sia un gioco da ragazzi … e spesso falliscono perché non mettono in conto che l’inesperienza dell’admin è un fattore di rischio piuttosto alto per un sito web appena nato, che invece avrebbe bisogno di una guida stabile e sicura, che sappia quello che fa.
  • Inesperienza degli sviluppatori. Il sito è in costruzione, i fondi sono pochi … ci rivolgiamo a un amico che sa qualcosa di computer e può aiutarci gratis. Grossissimo errore. Una mano esperta è più indispensabile a un sito web appena nato che a uno già avviato.
  • Convincersi che chi fa da sé fa per tre. No, non è sempre vero nella vita, e non lo è per quanto riguarda la creazione di un sito. Anche perché le figure necessarie sono molteplici.
  • Designer fai da te. Potrebbe funzionare, ma l’aiuto di un professionista è sempre gradito.
  • Andare a caso. Si potrebbe pensare di procedere giorno per giorno, ma sarebbe un altro enorme errore. Impostare parametri fissi è, invece, un buon modo per approcciarsi alla creazione di un sito web.
  • Budget a breve termine. La spesa per un sito web è continua. Pensare di basare il proprio budget solo sulla creazione, senza considerare il semplice fatto che il primo periodo con buone probabilità non porterà alcun introito, implicherebbe avere una visione troppo ristretta dell’impresa, e potrebbe essere punita dai risultati scadenti.
  • Nessun interesse per il pubblico. Internet è ormai un mare di siti web, emergere non è impossibile, ma lo si può fare soltanto se ci si rivolge a una nicchia. Ignorare il pubblico, il bacino di utenza a cui ci si rivolge, o peggio ancora sparare nel mucchio, può essere un errore fatale per un sito web appena nato.

Il comune denominatore di tutti questi errori è uno solo: l’assenza di un website brief. Ovvero, l’assenza di un concreto piano strategico a cui rifarsi per ogni passo. Il successo, lo ribadiamo, non arriva da un giorno all’altro, e tantomeno è eterno. Pianificare nei minimi dettagli, tramite un website brief, appunto, aiuta non solo a far decollare il sito web, ma anche a garantirgli un posizionamento e una visibilità stabili.

Sara Colnago,

CEO – Business Competence