skimming-truffa-carta-credito Fonte foto: Shutterstock
SICUREZZA INFORMATICA

Come funzionano le truffe su carta di credito e come difendersi

Si chiama skimming ed è una delle minacce più pericolose per chi ama acquistare online. Ecco come funziona

14 Maggio 2019 - Le truffe legate alle carte di credito sono molto comuni: molte persone evitano di utilizzare questo metodo di pagamento durante gli acquisti online per paura della sottrazione di denaro e dati personali. Spesso, se proprio devono, si affidano solo ai negozi online popolari, giudicati più sicuri.

Purtroppo, a causa dei sistemi di truffa sempre più sofisticati, non si limitano a clonare la carta di credito. Negli ultimi tempi, circola una specifica minaccia che prende il nome di skimming e mira a sottrarre i dati dei clienti dai siti e-commerce. Molti negozi però non riescono a tutelare gli utenti, e finiscono per essere violati. Per esempio,  è successo nel 2018 alla piattaforma della compagnia aerea British Airways e accade spesso a tante altre importanti aziende. Conoscere come agisce lo skimming e imparare a difendersi è molto importante.

Skimming: come funziona la truffa delle carte di credito

Innanzitutto, questa minaccia mira a sottrarre i dati ai malcapitati clienti di un negozio online. Per raggiungere l’obiettivo, i ladri nascondono delle istruzioni in JavaScript all’interno delle pagine web: lo scopo è intercettare i dati delle carte di credito quando vengono inseriti nel sistema al momento del pagamento online. Le informazioni non vengono rubate subito, ma prima passano per il sito ufficiale e permettono all’utente di finalizzare l’acquisto. In questo modo, non si accorge di nulla e non pensa di essere stato raggirato. La persona capirà di essere stato truffato solo quando vedrà l’estratto conto o addirittura la fattura nel sito che mostrerà una spesa enorme. Risalire al colpevole è piuttosto difficile perché gli unici riferimenti sono quelli del sito violato.

Lo skimming è difficile da combattere perché è piuttosto improbabile trovare i colpevoli. Inoltre, questi attacchi vengono compiuti di volta in volta su un alto numero di piattaforme. Infatti, un recente studio svolto da Malwarebytes ha intercettato oltre 200 e-commerce violati da un’azione di skimming.

Come difendersi?

Esistono diverse app e antivirus che permettono di intercettare siti poco sicuri o eventuali pericoli prima di fare un acquisto online. Queste applicazioni possono essere scaricate sia su dispositivi mobili che su computer.

Per aumentare il livello di sicurezza occorre impostare una notifica via e-mail ogni volta viene effettuato un pagamento con la carta di credito, e che consenta di bloccarlo nel caso in cui non sia effettivamente fatto dal titolare del conto. Infine, per essere ancora più tutelati è consigliabile destinare una carta prepagata agli acquisti online: in questo modo il malintenzionato si limiterà a sottrarre una piccola cifra e non l’intero ammontare del credito. Insomma, difendersi dallo skimming è possibile: occorre mettere a punto delle strategie che possano prevenire la truffa o ridurre al minimo i danni.

Contenuti sponsorizzati