smartphone pieghevole Fonte foto: Shutterstock
ANDROID

Come migliorare i display pieghevoli secondo LG

LG annuncia Real Folding Windows, una copertura per display pieghevoli che supera i limiti del vetro ultra sottile utilizzato da Samsung: come funziona e quando arriva

LG è uscita dal mondo degli smartphone dalla porta principale ma è rientrata da quella di servizio. L’azienda coreana ha annunciato a inizio aprile la dismissione della sua divisione smartphone, chiudendo così un’avventura lunga decenni nella produzione di telefoni cellulari prima e dei telefoni smart poi, ma non ha mai pensato di abbandonare il settore.

LG infatti produce molti dei componenti che finiscono sui prodotti di altre Case, e tra i suoi business più importanti rientrava e continua a rientrare quello legato ai display. È un settore profittevole in cui LG eccelle, nei confronti del quale di conseguenza non si sono mai interrotti gli investimenti in ricerca e sviluppo. E se l’azienda non è rimasta abbastanza a lungo sul mercato per sviluppare un proprio pieghevole, ha riflettuto abbastanza sull’evoluzione di questi dispositivi ancora relativamente nuovi finendo per pensarla in maniera diversa rispetto a Samsung, che su Galaxy Z Fold3 e Z Flip3 utilizza un vetro tanto sottile da somigliare alla plastica.

Il Real Folding Window di LG

La ragione è semplice: per essere piegato migliaia di volte senza subire danni, un display di questo tipo deve essere poco rigido e molto flessibile. Samsung sulla prima generazione di Galaxy Z Fold ha utilizzato la plastica, ma i problemi insorti con le prime unità vendute hanno messo in difficoltà l’azienda, che per il progetto della seconda generazione (e poi anche per la terza) ha preferito utilizzare del vetro sottile appena 30 micrometri.

LG è di opinione diversa. Perché tentare di piegare il vetro quando si può utilizzare della plastica più resistente di quella impiegata, ad esempio, sul primo Galaxy Z Fold? Al quartier generale di LG, dove probabilmente si sono posti la domanda, hanno lavorato sodo per sviluppare la loro idea, riuscendo tuttavia a partorire Real Folding Window, un materiale per display pieghevoli presentato nelle scorse ore.

La compagnia assicura che attraverso questa tecnologia si riesce ad ottenere una copertura per display pieghevoli che avvicinerebbe la resistenza garantita dal vetro pur mantenendo la flessibilità tipica della plastica e uno spessore limitato a “pochi micrometri". LG non ha detto quanti, ma ha assicurato che tramite Real Folding Window si riesce ad ottenere uno strato più sottile di quello che Samsung utilizza su Galaxy Z Fold3 e Z Flip3.

Vantaggi principali e quando arriva

LG ha voluto sottolineare che con Real Folding Window si ottiene uno strato protettivo duro quanto il vetro (dichiarazione che, naturalmente, andrà verificata) ma flessibile quanto basta per evitare l’insorgenza di fratture o crepe sulla superficie, con cui talvolta i clienti dei pieghevoli Samsung con vetro ultra sottile hanno avuto a che fare.

L’altro vantaggio su cui LG afferma di essersi concentrata parecchio durante lo sviluppo è la scarsa sensibilità di Real Folding Window alla piega, che invece talvolta risulta visibile sui dispositivi di Samsung soprattutto in controluce, nonostante l’azienda di Seul abbia lavorato di generazione in generazione per evitarla il più possibile.

Il Real Folding Window comincerà la produzione di massa nel 2022 per apparire sui primi prodotti (non a marchio LG) entro il 2023.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963