Libero
HOW TO

Come rendere più veloce Google Assistant

Smartphone, Smart Speaker e Smart TV possono essere tutti connessi a Google Assistant per ricevere i comandi vocali: ecco come rendere più veloce la risposta

Google Assistant è l’assistente vocale che troviamo su tutti gli smartphone Android, gli smart speaker di Google e quelli compatibili e anche sulle Smart Tv con sistema operativo Android TV. È indubbiamente utile per cercare informazioni, programmare il calendario oppure come valido assistente per organizzare la giornata. Spesso tendiamo a collegarlo con tutti i nostri device proprio per essere sicuri di poter gestire i nostri impegni con i comandi vocali. Ma certe volte sembra andare più lento. Come mai?

La velocità con cui Google Assistant riceve i comandi e risponde ovviamente dipende da molteplici fattori, inclusi l’hardware del device e la velocità della rete. Ma in realtà c’è anche un altro fattore da considerare e che potrebbe influire notevolmente sul rallentamento di Google Assistant: troppe configurazioni su diversi dispositivi che magari usiamo raramente, o non usiamo proprio più (come i vecchi telefoni ormai sostituiti e dismessi). Per fortuna Google è a conoscenza di questo problema e ha implementato una impostazione nell’app Google per consentire agli utenti di rimuovere facilmente i dispositivi Assistant inutilizzati. Facendo ciò, quasi sempre, si ottiene un aumento della reattività di Google Assistant. La prima cosa da fare, però, è individuare i vecchi dispositivi che non ci servono più.

Come scegliere i dispositivi da eliminare

Per capire se dei vecchi dispositivi Android sono ancora connessi a Google Assistant, per prima cosa cerchiamo l’App Google Assistant sul telefono e, quando l’abbiamo trovata, facciamo un tap prolungato su di essa. Si aprirà il menu dal quale potremo scegliere "Impostazioni".

Si prirà una pagina ricca di opzioni, all’interno della quale troveremo, evidenziato in azzurro "Dispositivi". Dentro tale scheda troveremo l’elenco dei nostri dispositivi connessi fino ad ora al profilo Google e, di conseguenza, a Google Assistant. In fondo alla pagina troveremo l’opzione "Rimuovi i dispositivi inutilizzati".

Per impostazione predefinita, l’elenco mostra solo i dispositivi non utilizzati per tre o più mesi. Ma si può ordinare per visualizzare i dispositivi utilizzati nell’ultimo mese o nell’ultima settimana.

A questo punto valutiamo quali dispositivi sono da eliminare poiché i dispositivi rimossi non potranno più comunicare con l’assistente e viceversa. Ricordiamo che non è una procedura vincolante, infatti è sempre possibile aggiungere nuovi dispositivi in seguito.

Come eliminare i dispositivi inutilizzati

Una volta scelti i dispositivi da scollegare da Google Assistant, per rendere l’assistente vocale più veloce, possiamo procedere con la disconnessione.

Dalla scheda "Rimuovi i dispositivi inutilizzati" andremo a selezionare i dispositivi da rimuovere, oppure selezionando la casella "Tutti i dispositivi" potremo selezionarli tutti in un colpo solo.

Dopo aver selezionato i dispositivi da eliminare procederemo facendo tap sul pulsante blu "Rimuovi" nell’angolo in basso a destra per completare il processo.

Dopo aver fatto pulizia, il Google Assistant dovrebbe tornare a essere più reattivo, ma tutti i dispositivi rimossi non saranno più collegati al nostro account Google. Tutti i dati relativi alle personalizzazioni, quindi, verranno cancellati.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963