HOW TO

Come ricaricare PostePay

PostePay di Poste Italiane è una delle carte prepagate ricaricabili più usate in Italia, ecco tutti i medoti per ricaricarla

Effettuare una ricarica Postepay è facile e veloce, in ogni momento e ovunque ci si trovi. Per venire incontro alle esigenza dei tantissimi clienti che hanno scelto questa carta, Poste Italiane ha messo a punto diverse soluzioni disponibili da app, computer o addirittura di persona, negli uffici postali o nei punti vendita abilitati.

Postepay di Poste Italiane può essere richiesta in tutti gli uffici postali, pagando un costo di emissione e un canone annuo, in base alla tipologia di Postepay (standard o Evolution) con la disponibilità di un IBAN da utilizzare, per esempio, per l’accredito dello stipendio. Per chi fosse restio a effettuare acquisti in rete, questa può essere una scelta da prendere in considerazione: le transazioni sono sicure, grazie al sistema Sicurezza Web di Poste Italiane in linea con la Direttiva Europea Payment Service Directive, e attraverso l’uso delle notifiche informative e alert è possibile tenere sempre sotto controllo tutte le operazioni effettuate con la carta ed è sempre possibile verificare il credito della Poste Pay. Esiste anche IoStudio PostePay, dedicata ai minorenni che stanno ancora studiando.

Postepay: ricarica da App Postepay

Ricaricare Postepay da App è semplice, sia da smartphone e tablet iOS che Android. La ricarica, in questo caso, può avvenire in due modi diversi: si può trasferire il denaro da una carta nominativa all’altra, propria o di terzi, oppure effettuare una normale ricarica con una carta di pagamento dei principali circuiti, ovvero Visa, Visa Electron, MasterCard e VPay.

Allo stesso modo e sempre tramite la medesima applicazione è inoltre possibile verificare saldo e lista movimenti relativi alla propria carta.

Postepay: ricarica da App BancoPosta

Scaricando la App BancoPosta, disponibile per Apple o Android, invece è possibile effettuare una ricarica sulla propria Postepay o di un’altra persona in due modalità diverse. La prima è, anche in questo caso, il trasferimento di denaro da una Postepay nominativa a un’altra; la seconda, invece, è dedicata ai possessori di conto BancoPosta con servizio di home banking attivo.

Per utilizzare l’App BancoPosta per effettuare l’operazione di ricarica è necessario associare al proprio conto il numero di telefono della SIM utilizzata.

Postepay: ricarica dai siti di Poste Italiane

Una volta effettuato l’accesso a poste.it o postepay.it è possibile effettuare una ricarica su Postepay in tre differenti modalità diverse: con addebito su conto BancoPosta tramite l’home banking dedicato, con trasferimento da una Postepay nominativa a un’altra o, sul sito postepay.it, utilizzando una carta di pagamento Visa, Visa Electron, MasterCard o Vpay.

Postepay: ricarica in Ufficio Postale

Effettuare una carta Postepay in ufficio postale è semplicissimo: basta recarsi a uno degli sportelli e richiedere l’operazione, pagando in contanti, con una carta Postamat Maestro o un’altra carta Bancopostaabilitata. Come accade per le app, anche in ufficio postale è possibile effettuare il trasferimento di denaro da una carta Postepay all’altra.

Postepay: ricarica in altri punti vendita

Se non si ha a disposizione app e gli uffici postali sono lontani o chiusi, tabaccherie e punti vendita convenzionati della rete Lottomatica Servizi consentono di effettuare operazioni di ricarica fornendo al rivenditore un documento di identità in corso di validità (carta d’identità, patente di guida o passaporto) e una tra tessera del codice fiscale rilasciata dall’Agenzia delle Entrate, e tessera sanitaria regionale. Senza la documentazione richiesta non sarà possibile procedere.

Inoltre, è importante ricordare che presso i punti vendita è possibile effettuare una ricarica, su carta propria o di terzi, per un importo minimo di 1 euro fino a 997,99 euro per ogni operazione.

Postepay: ricarica agli sportelli automatici (ATM) Postamat

Anche gli ATM Postamat, ovvero gli sportelli automatici del gruppo, consentono di effettuare ricariche su carte Postepay. Per procedere con l’operazione è necessario avere con sé: un’altra carta Postepay o BancoPosta, oppure una carta di pagamento aderente ai circuiti Visa, Visa Electron, MasterCard, Maestro o Vpay.

Postepay: ricarica a domicilio

Postepay si ricarica anche a domicilio, attraverso la richiesta del servizio ai Portalettere abilitati di Poste Italiane. Per avere la possibilità di effettuare questa operazione, disponibile al solo costo standard di ricarica, è possibile telefonare al Contact Center di Poste Italiane, raggiungibile al numero 803.160, oppure compilare il form presente sul sito web aziendale per richiedere un appuntamento a casa o in ufficio.

Per il pagamento, Poste Italiane ha previsto la possibilità di utilizzare non solo Postepay e Postamat ma anche le carte di debito appartenenti al circuito Maestro.

Postepay: ricarica da conti BPM

Anche coloro che sono titolari di conto corrente appartenente alle banche del gruppo BPM possono ricaricare una carta Postepay direttamente da computer o app. Effettuando l’accesso al proprio home banking è infatti possibile procedere con la richiesta, sia su carta propria che di terzi.

Postepay: ricarica da PayPal

Tramite PayPal è possibile trasferire denaro su una Postepay con poco sforzo, una volta effettuato il collegamento tra conto PayPal e carta in proprio possesso. Per la ricarica, una volta effettuato l’accesso basterà cliccare su Portafoglio e successivamente sulla voce Trasferisci denaro; selezionata la carta di destinazione basterà dunque impostare l’importo e cliccare su conferma.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963