ricaricare iphone Fonte foto: abolukbas / Shutterstock.com
HOW TO

Come ricaricare velocemente l'iPhone

Non tutti gli iPhone sono dotati di ricarica veloce. Con alcuni trucchetti, però, è possibile ridurre i tempi di carica del melafonino. Ecco i migliori

La ricarica veloce degli smartphone è diventata oramai una delle caratteristiche maggiormente tenuta in considerazione al momento dell’acquisto di un nuovo telefono. Una funzionalità veramente utile, che consente di diminuire i tempi di ricarica del telefonino e, anche con una manciata di minuti di carica, sarà possibile continuare a utilizzare il dispositivo per diverse ore.

Questa tecnologia, infatti, massimizza l’efficienza di ricarica aumentando il livello di potenza, o wattaggio, che può essere assorbito dalla batteria. La gran parte dei produttori di smartphone Android implementa tecnologie di ricarica veloce, anche sui modelli low cost. Per quel che riguarda l’iPhone, invece, le cose non sono così scontate. Non tutti i modelli in circolazione implementano la ricarica veloce e i caricabatteria presenti nelle confezioni consentono solo una ricarica “standard”. Per velocizzare la ricarica degli iPhone, dunque, è necessario adottare dei trucchetti che sopperiscono alla mancanza della ricarica rapida.

Utilizzare caricabatteria alternativi

La cosa più semplice da fare per aumentare la velocità di ricarica di un iPhone è quella di utilizzare un caricabatteria più potente rispetto a quello di 5 Watt incluso nella scatola del melafonino. La prima soluzione è quella di acquistare un caricabatteria dell’iPad che offre una potenza di uscita di 12 Watt, più del doppio rispetto al caricatore standard dell’iPhone.

Un’altra opzione è quella di acquistare un alimentatore per MacBook. In questo caso, però, è sempre meglio non esagerare: a oggi i trasformatori per un laptop della mela morsicata offrono 30 Watt, 61 Watt e 87 Watt di potenza in uscita. Per evitare di sottoporre la batteria e le componenti interne dell’iPhone a uno stress eccessivo è consigliabile utilizzare un caricatore da 30 Watt, che garantisce una ricarica molto veloce senza stressare il melafonino. Se si opta per questa soluzione, è necessario utilizzare un adattatore USB Type C – Lightning, così da poter collegare il terminale allo smartphone Apple.

Sfruttare alcuni trucchi software

Per velocizzare i tempi di ricarica è possibile utilizzare alcuni “trucchetti” software, che permettono di accelerare il processo di assimilazione dell’energia. Ad esempio, spegnendo l’iPhone mentre è in carica sarà possibile azzerare i consumi del dispositivo. In questo modo, tutta l’energia andrà a caricare la batteria e non ssarà utilizzata per alimentare i circuiti interni. È poi possibile impostare la modalità “Aereo” durante la ricarica dell’iPhone che, senza spegnere il telefono, disabilità le connessioni telefoniche ed internet consentendo un notevole risparmio di energia a favore di una maggiore velocità di ricarica. Infine, attivando la modalità “Risparmio energetico” è possibile mettere in stand-by alcuni processi che verranno poi ripresi quando l’iPhone verrà messo di nuovo in carica. Così facendo si risparmia energia, ma, in caso di ricarica, è anche in grado di accelerare il processo.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963