smartphone-flessibile-microsoft Fonte foto: Microsoft
SMART EVOLUTION

Come sarà Andromeda, lo smartphone pieghevole di Microsoft

Un brevetto depositato da Microsoft fa pensare all'uscita nel 2018 di un dispositivo pieghevole per il business, con penna intelligente e inchiostro digitale

6 Gennaio 2018 - Le notizie su un nuovo smartphone di casa Microsoft si susseguono in maniera convulsa. La realtà è che il colosso americano nel settore mobile non è riuscito a fare il passo definitivo per contrastare lo strapotere Android e Apple. Il mercato però potrebbe essere scosso da Andromeda, il nuovo telefono pieghevole Microsoft.

Gran parte delle indiscrezioni su Andromeda arrivano da un brevetto depositato proprio da Microsoft all’inizio del 2017. Stando ai lavori in laboratorio effettuati dall’azienda di Redmond il dispositivo oltre ad avere un display pieghevole utilizzerà l’inchiostro digitale e una penna intelligente. Questo fa pensare che Andromeda potrebbe essere un phablet pensato per la scrittura e per determinati tipi di lavoro. La curiosità degli utenti in questo momento è capire se Andromeda di Microsoft uscirà prima o dopo lo smartphone pieghevole annunciato da Samsung per il 2018.

Come sarà Andromeda

Difficilmente il colosso statunitense potrà battere sul tempo l’azienda sudcoreana. Anche perché fonti vicine a Microsoft fanno sapere che Andromeda potrebbe essere pronto solo verso la fine del 2018, nel migliore dei casi. Il nome deriva dal fatto che lo smartphone sarà il primo dell’azienda a girare con AndromedaOS. Un sistema operativo di ultima generazione. A bordo dello smartphone pieghevole dovremmo trovare il processore Snapdragon 835. Il punto forte di Andromeda sarà la batteria che dovrebbe garantire almeno due giorni di utilizzo con una sola carica. Il telefono avrà la funzione “Continue on PC” che permette di trasferire con pochi click un documento tra computer Windows e smartphone. Tra le app preimpostate pensate per l’ufficio troveremo OneNote e Sway, il nuovo PowerPoint più intuitivo e facile da usare. Ovviamente ogni operazione potrà essere effettuata anche usando Cortana, l’intelligenza artificiale di casa Microsoft.

Il comparto fotografico di Andromeda

Grazie ad alcuni brevetti pubblicati dall’USPTO (United States Patent and Trademark Office) è possibile capire anche come Microsoft si stia muovendo per quanto riguarda la fotocamera di Andromeda. Essendo pieghevole, la posizione del modulo per il sensore fotografico riveste un’importanza fondamentale. Per far in modo che la fotocamera non venga oscurata quando il dispositivo è piegato, Microsoft sta lavorando su tre diverse soluzioni. La prima è di montare due fotocamere (una per parte) che si allineano quando il dispositivo è aperto. Le altre due, invece, prevedono che il modulo della fotocamera sia più spesso rispetto allo chassis del device e si vada a incastrare quando l’utente ripiega su sé stesso Andromed.

Le applicazioni per Andromeda

Nuove conferme su Andromeda arrivano tramite il Windows Store. Per alcune applicazioni è apparso il supporto a un nuovo dispositivo denominato “8828080”. Questa serie di numeri è il numero telefonico dell’azienda di Redmond e secondo alcuni esperti è utilizzato da Microsoft come nome in codice per il “progetto Andromeda“. Questo nuovo dispositivo è presente anche in applicazioni abbastanza famose sviluppate da aziende terze, come ad esempio Spotify. Ciò vuol dire che Microsoft è concentrata sullo sviluppo di questo smartphone/agenda pieghevole e che potrebbe vedere la luce molto presto. Forse anche prima del 2019

Contenuti sponsorizzati