google foto Fonte foto: BigTunaOnline / Shutterstock.com

Come trasferire le immagini da Facebook su Google Foto

Presto sarà possibile effettuare una copia di backup delle foto di Facebook direttamente su Google Foto. La funzionalità sarà disponibile nella prima metà 2020

2 Dicembre 2019 - Facebook ha annunciato il rilascio del primo strumento di portabilità dei dati personali dei propri utenti. Questo tool permetterà a agli iscritti Facebook di trasferire su Google Foto le immagini caricate nel corso degli anni sul loro profilo ed effettuare così una copia di backup dei file multimediali.

Per ora il tool dedicato al trasferimento delle foto del celebre social network è in fase di sviluppo ed inizialmente sarà disponibile solo in Irlanda. Secondo le informazioni fornite dalla stessa azienda di Menlo Park, lo strumento dovrebbe essere lanciato nel resto del mondo entro la metà del 2020. Insomma, prima della prossima estate saremo in grado di creare delle copie di backup delle informazioni del profilo e caricarle direttamente nel cloud, senza perdere neanche un secondo del nostro tempo.

La portabilità dei dati

Attualmente Facebook ha già messo a disposizione dei propri utenti un servizio con il quale è possibile scaricare i propri dati e archiviarli sul disco rigido del PC. Il nuovo tool al quale stanno lavorando gli sviluppatori di Menlo Park permetterà, invece, di inviare i propri dati ad un altro servizio online senza passare dal PC: una vera rivoluzione.

Ma perché Facebook si interessa tanto della portabilità dei dati? Per ora le motivazioni non sono ancora chiare e non è dato sapere. Per molti analisti si tratterebbe di una prima mossa del gigante statunitense in previsione dell’arrivo di leggi più restrittive sulla privacy. Per altri potrebbe invece trattarsi di un primo passo della piattaforma social verso un trattamento dei dati personali più aperto e volto ad assicurare loro un maggiore controllo.

Non solo Facebook

Ma il progetto relativo alla portabilità dei dati non è un’esclusiva di Facebook. Ovviamente, tutti i grandi player stanno investendo molto sul trasferimento dei dati. Il social di Marck Zuckerberg è solo uno dei soggetti che rientra nel più vasto programma chiamato Data Transfer Project. Anche Microsoft, Google, Twitter e Apple partecipano al progetto lanciato nel 2018 che mira ad utilizzare le API esistenti dei servizi e i meccanismi di autorizzazione per accedere ai dati.

La piattaforma open-source voluta dal consorzio Data Transfer Project renderà possibile la portabilità dei dati da servizio a servizio e consentirà alle persone che navigano sul web di spostare facilmente i propri dati tra i diversi fornitori di servizi online ogni volta che lo desiderano.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963