Come verificare la scadenza dell'assicurazione
HOW TO

Come verificare la scadenza dell'assicurazione

Verificare la scadenza dell’assicurazione auto è un aspetto molto importante della gestione del proprio veicolo in quanto permette di eliminare i rischi di incorrere in sanzioni ed offre al contraente gli strumenti di cui ha bisogno per individuare, in netto anticipo, le migliori opzioni per massimizzare il risparmio sulla polizza.

L’assicurazione auto presenta una durata annuale e il contraente della polizza dovrà sottoscrivere una nuova polizza ogni anno per il proprio veicolo in modo da poter circolare in strade pubbliche, rispettando la normativa vigente che impone per qualsiasi tipo di veicolo a motore l’obbligo di poter contare su di una copertura RC.

Le polizze temporanee

L’assicurazione auto presenta una scadenza ben precisa ed è compito del contraente monitorare, con attenzione, il periodo di scadenza della polizza al fine di non farsi cogliere impreparato ed attivare le soluzioni migliori per assicurare il proprio veicolo. Bisogna sottolineare, inoltre, che il mercato assicurativo propone anche polizze temporanee.

Queste soluzioni, solitamente di durata mensile, trimestrale o semestrale, presentano una scadenza più breve e necessitano quindi di maggior attenzione da parte del contraente che, sulla base delle proprie necessità, deve verificare periodicamente la data di scadenza e, eventualmente, procedere con l’attivazione di una nuova polizza seguendo i tempi corretti.

Abolito il tacito rinnovo

L’assicurazione auto non presenta il “tacito rinnovo” che può essere utile per eliminare il rischio di non rinnovare la polizza una volta giunta la data di scadenza. Senza il tacito rinnovo, il contraente di una polizza auto ha l’obbligo di rinnovare, una volta giunta la data di scadenza, il contratto assicurativo.

In questo modo c’è la possibilità di scegliere tra un semplice rinnovo della polizza, che permette di rinnovare di un altro anno il contratto in essere con la propria compagnia, e la sottoscrizione di una nuova assicurazione auto con un’altra compagnia (una soluzione che permette di risparmiare confrontando i preventivi ed attivando le opzioni più vantaggiose).

Confronta le RC auto e risparmiaVai »

In ogni caso, è sempre molto importante verificare la scadenza dell’assicurazione. Per poter controllare, in qualsiasi momento, l’effettiva data di scadenza di una polizza auto o moto è possibile utilizzare alcuni strumenti (gratuiti) che sono a disposizione degli utenti. Grazie alla verifica della data di scadenza, si avrà la possibilità di controllare in qualsiasi momento qual è l’ultimo giorno di validità della polizza attivata, potendo così individuare i tempi di tolleranza previsti dalla normativa e scegliere un’eventuale nuova assicurazione da attivare.

Ricordiamo che l’articolo 193 del Codice della Strada impone l’abbiglio di una copertura RC per poter circolare su di una strada pubblica con un qualsiasi mezzo a motore. In caso di violazione di tale obbligo, è prevista una sanzione pecuniaria, che potrà arrivare sino a 3.366 Euro, oltre al sequestro del veicolo non assicurato.

Rispettare tale obbligo è molto importante, anche alle sanzioni collegate alla violazione della norma. Di conseguenza, è anche molto importante poter verificare la scadenza dell’assicurazione in qualsiasi momento ed in modo molto rapido, semplice e gratuito.

Come ricordare la scadenza dell’assicurazione auto

Stare dietro a tutte le scadenze che caratterizzano la vita di tutti i giorni non è facile e seguire le varie scadenze legate al settore auto può risultare molto difficile. Per verificare rapidamente la data di scadenza dell’assicurazione è possibile sfruttare l’App di SosTariffe.it ed, in particolare, la sua funzione “memo” che consente all’utente di ricevere dei promemoria su tutte le principali scadenze relative all’auto o alla moto.

L’App di SosTariffe.it è scaricabile, in modo completamente gratuito, su qualsiasi smartphone o tablet Android, collegandosi al Play Store, oppure su iPhone e iPad, collegandosi all’App Store. Una volta installata l’applicazione sarà sufficiente registrarsi (basta un indirizzo e-mail) per poter utilizzare, in modo completo, tutte le funzioni dell’app e risparmiare attivando i principali servizi presenti sul comparatore.

Effettuando l’accesso sull’App di SosTariffe.it è anche possibile utilizzare la funzione “memo” che permette di inserire i dati del proprio veicolo (auto o moto) e fissare tutte le scadenze principali. In questo modo, quindi, è possibile ricevere un promemoria e verificare in qualsiasi momento la scadenza dell’assicurazione ma anche la scadenza del bollo e della revisione in modo da farsi sempre trovare pronti e procedere, entro i tempi giusti, al rinnovi o ai pagamenti dovuti.

Circolare senza assicurazione: periodo di tolleranza e sanzioni

La normativa vigente obbliga un qualsiasi veicolo a motore a dover presentare una copertura RC per poter circolare, o anche solo sostare, in strade pubbliche. Tale copertura assicurativa ha una durata annuale (anche se sono previste soluzioni più brevi per soddisfare le esigenze di tutti gli utenti) e non presenta il “tacito rinnovo”.

Al termine del periodo di validità, se l’automobilista non provvederà al rinnovo della polizza oppure all’attivazione di una nuova, il veicolo resterà sprovvisto di una regolare copertura assicurativa e non potrà circolare in strade pubbliche.

Da notare che la normativa prevede un preciso periodo di tolleranza durante il quale la copertura assicurativa continuerà ad essere valida anche se la polizza ad essa collegata è scaduta. Il periodo di tolleranza rappresenta una vera e propria ancora di salvezza per gli automobilisti più distratti che tendono a dimenticare o a non verificare la data di scadenza dell’assicurazione auto.

Il periodo di tolleranza è fissato in 15 giorni dalla data di scadenza della polizza. Per questo periodo, la copertura assicurativa, anche se scaduta, sarà valida garantendo all’automobilista ritardatario la possibilità di attivare una nuova polizza con relativa calma, dedicando un po’ di tempo all’analisi delle varie proposte ed alla scelta della migliore soluzione disponibile sul mercato.

Periodo di tolleranza: tutto quello che c’è da sapere

Bisogna sottolineare, inoltre, che il periodo di tolleranza:

  • non presenta alcuna deroga o possibilità di proroga; terminato il periodo di tolleranza, infatti, per il proprietario del veicolo che non sarà in regola scatteranno le sanzioni;
  • può essere applicata esclusivamente sulle polizze di durata annuale; per le polizze “temporanee”, come quella trimestrale o mensile, il tempo di tolleranza non può essere applicato.
  • Il periodo di tolleranza vale per le polizze annuali che prevedono un pagamento rateale come, ad esempio, la suddivisione del premio in due rate semestrali;
  • durante il periodo di tolleranza, la copertura assicurativa resta valida esclusivamente sul territorio italiano; per chi vive in zone di confine con altri Paesi ci sono rischi maggiori durante il periodo di tolleranza che non si applica quando il veicolo si trova all’estero;
  • il periodo di tolleranza termina alle 23.59 del quindicesimo giorno successivo alla scadenza della polizza;
  • il periodo di tolleranza è sancito dalla normativa vigente e non è necessario che sia indicato nelle condizioni contrattuali;
  • il periodo di tolleranza si applica anche nel caso in cui il contraente abbia già espresso la volontà di non rinnovare la polizza assicurativa;

Per chi circola in strade pubbliche con il proprio veicolo, una volta terminato il periodo di tolleranza, è prevista una sanzione amministrativa ed anche il sequestro del veicolo. Da notare che la sanzione pecuniaria, che nei casi più gravi può superare i 3 mila Euro, viene automaticamente ridotta del 25% se il pagamento viene effettuato entro 15 giorni dalla fine del periodo di tolleranza (quindi entro 30 giorni dalla scadenza della polizza). La sanzione viene, invece, raddoppiata in caso di recidività ovvero quando il soggetto incorre nella stessa violazione per due volte in un periodo di due anni. L’automobilista dovrà fare i conti anche con la sospensione della patente per due mesi a partire dalla rilevazione dell’infrazione.

La comparazione online dei preventivi

La comparazione online, come quella messa a disposizione dagli esperti di SosTariffe.it, permette di confrontare i migliori preventivi RC auto con notevole risparmio di tempo e denaro.

CONFRONTA ONLINE I MIGLIORI PREVENTIVI RC AUTO

Il servizio è gratuito e, inserendo una sola volta dati anagrafici, dati assicurativi e modello da assicurare, è possibile, salvando queste informazioni, effettuare una comparazione dei preventivi RC auto delle principali compagnie presenti sul mercato italiano – reiterando il confronto in periodi successivi, senza bisogno di reinserire i propri dati.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963