7aa16b295adf5be410366e881a87b209.jpg Fonte foto: ANSA
TECH NEWS

Con chat e social più deficit attenzione

Il pericolo raddoppia tra gli adolescenti

(ANSA) – ROMA, 17 LUG – Gli adolescenti che usano molto smartphone e altri dispositivi multimediali hanno un rischio doppio rispetto a coetanei che li adoperano poco di sviluppare disturbi comportamentali. In particolare il cosiddetto disturbo da iperattività e deficit di attenzione (ADHD), problema che influisce sul rendimento scolastico impedendo a chi ne soffre di portare a termine compiti assegnati, di prestare attenzione e concentrarsi. Lo rivela un’indagine pubblicata sul Journal of the American Medical Association. Lo studio si è concentrato sull’uso di social media, chat, messaggini, video in streaming, musica online o da scaricare, piuttosto che su intrattenimenti più tradizionali quali TV e video game, spiega l’autore Adam Leventhal dell’Università della Southern California.

La tecnologia mobile oggi disponibile, spiega, può fornire stimoli di elevato impatto in maniera rapida e in ogni momento della giornata, con effetti probabilmente ancora più profondi dei media classici.

Contenuti sponsorizzati