Connessione WiFi instabile: alternative quando Internet e down Fonte foto: Shutterstock
GUIDE ALL’ ACQUISTO

Connessione WiFi instabile: alternative quando Internet e down

La connessione Wi-Fi permette a diversi dispositivi collegati nello stesso momento alla rete di navigare su Internet senza che ciò provochi rallentamenti o interruzioni. Tuttavia, ci sono alcuni casi nei quali è possibile che il Wi-Fi sia instabile e che non si riesca ad accedere alla rete. 

Cosa è possibile fare in circostanze simili per riuscire a navigare in tranquillità e risolvere il problema di Internet in down? Sicuramente si potrà, prima di tutto, provare a utilizzare il cavetto LAN per verificare se la connessione funzioni. 

In tale ipotesi, la connessione è intemittente per motivi differenti, come la scarsa qualità, dell’impianto di casa, della tratta in rame dell’operatore oppure nella condigurazione Wi-Fi del proprio router. Vediamo di seguito alcuni suggerimenti per riuscire a risolvere l’inconveniente tecnico e le eventuali alternative disponibili in commercio. 

Controllare il modem

Una prima verifica che si può fare è quella relativa ai led del modem per avere la certezza che quelli che identificano la rete wireless siano accesi. In seguito, si dovrà fare un check per sapere se il proprio dispositivo elettronico abbia il Wi-Fi acceso e sia al contempo collegato alla rete wireless. 

Nei casi in cui le rete wireless del modem fosse accesa, ma non si riuscisse a connettersi alla rete, è molto probabile che sia stata cambiata la password wireless del modem, oppure che quella inserita o memorizzata in precedenza non sia quella giusta. 

Per risolvere sarà in questo caso sufficiente cancellare la rete wireless memorizzata, effettuare la connessione al modem in modalità wireless e inserite la password corretta. Cosa bisogna fare, invece, nel caso in cui la connessione risulti assente?

Si consiglia innazitutto di controllare che il modem sia effettivamente acceso e collegato bene alla presa elettrica. In caso positivo, si suggerisce di riavviarlo e di attendere l’allineamento dei led. Per resettare il modem si dovrà tenere premuto il relativo tastino per una decina di secondi. 

Bisogna inoltre ricordare che il segnale Wi-Fi potrebbe essere influenzato da:

  • ostacoli quali muri, arredamenti e persone;
  • la posizione del modem, che si consiglia sempre di non tenere all’interno di mobili e di collocare a un’altezza che sia superiore a 1 metro;
  • le dimensioni dell’ambiente: il segnale Wi-Fi potrebbe ridursi anche in relazione alla distanza dal modem;
  • le prestazioni del terminale, che potrebbero essere poco performanti nei casi in cui il modem sia obsoleto;
  • le interferenze che altri dispositivi elettronici, come per esempio un forno a microonde oppure una telecamera di sicurezza, potrebbero avere sul segnale Wi-Fi.

Alternative quando il Wi-Fi è instabile

In attesa di comprendere quali siano i problemi legati al Wi-Fi nella propria abitazione, si potranno comunque adottare delle soluzioni alternative per connettersi nel caso di problemi con la connessione Internet casa e Wi-Fi instabile. 

La prima è davvero molto semplice e consiste nell’utilizzare il proprio telefono in modalità hotspot, come se fosse effettivamente un piccolo router. A questo proposito, converrebbe fare un salto su un comparatore di offerte mobile, come per esempio quello di SOStariffe.it, per individuare una tariffa con Giga inclusi, per esempio una di quelle che permettono di utilizzare le app di messaggistica senza consumare il traffico dati. 

In merito alle offerte mobile, è utile sapere che la velocità di rete raggiunta dagli operatori virtuali – che propongono tariffe a prezzi davvero molto vantaggiosi – non sono in grado di raggiungere le stesse velocità degli operatori tradizionali, nonostante la loro ottima copertura. 

Una seconda soluzione è rappresentata dalle cosiddette saponette, ovvero dei piccoli modem portatili che funzionano grazie all’utilizzo di una SIM dati: in commercio sono disponibili un gran numero di offerte e molto spesso in caso di attivazione online si possono ottenere anche degli sconti. In più, si ricorda che le SIM dati possono essere utilizzate anche all’interno dei tablet dotati dell’apposito slot, quindi non è neanche obbligatorio in questi casi procedere con l’acquisto della saponetta. 

Si potrà anche scegliere di valutare una nuova offerta Internet casa, verificandone prima la copertura di rete e prendendo magari in considerazione le offerte fisso + mobile, con le quali si potrà avere accesso anche a una SIM con Giga illimitati. 

In questo modo, si potranno realizzare due obiettivi differenti: da un lato si potrà optare per una connessione migliore rispetto a quella che si possiede già, sia in termini di costo, sia per quel che riguarda la copertura e la stabilità della rete, mentre dall’altro si potrà ricevere una SIM da utilizzare per le emergenze, ovvero nei casi in cui la rete domestica dovesse andare in down. 

Inoltre oggi sono disponibili anche delle offerte Internet casa che, con qualche euro in più rispetto al prezzo base dell’abbonamento, permettono di ricevere anche una SIM dati per navigare da PC, tablet e chiavetta in qualsiasi momento, anche quando ci si trova lontano da casa. 

Come ottimizzare il segnale Wi-Fi

Nei casi in cui ci si dovesse rendere conto di avere problemi nella ricezione del Wi-Fi, si potrà installare uno o più ripetitori del segnale, che riescono a estenderlo e migliorarlo in tutta l’abitazione. 

Tra la alternative disponibili ci sono gli access point, ovvero dei trasmettitori Wi-Fi aggiuntivi che si possono installare lontano dal modem e che si collegano tramite Ethernet: bisogna ricordare di configurarli su un canale Wi-Fi diverso rispetto a quello del modem al fine di evitare eventuali interferenze. 

Poi ci sono i repeater, ovvero dei trasmettitori Wi.Fi aggiuntivi che si collegano al modem tramite Wi-Fi e sono in grado di generare un nuovo segnale – le loro prestazioni sono però inferiori rispetto a quelle garantite dagli access point. 

In generale, si consiglia sempre di fare in modo di ridurre tutte quelle che possono rappresentare delle interferenze sul segnale Wi-Fi, in particolare sulla banda a 2.4 GHz, le quali in genere provocano disconnessioni o rallentamenti della connessione. 

Nello specifico, possono essere causate da:

  • trasmettitori di segnale audio video;
  • telecamere Wi-Fi;
  • sensori di allarme e di antifurto con tecnologia radio;
  • dispositivi Bluetooth;
  • forni a microonde;
  • altre reti Wi-Fi che si trovano nelle vicinanze o la presenza di un gran numero di dispositivi che sono connessi alla stessa rete.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963