fatturazione elettronica Fonte foto: Shutterstock
TECH NEWS

Consultazione fatture elettroniche online: tempo fino al 20 dicembre

L’Agenzia delle Entrate lancia un nuovo servizio per scaricare le proprie fatture elettroniche dal web. Attenzione, però, ai tempi di adesione

8 Luglio 2019 - Dal 1 gennaio 2019 la fattura elettronica ha sostituito quella cartacea non solo per transazioni tra aziende e pubblica amministrazione, ma anche in quelle con altre aziende e con i privati. Ciò vuol dire che nel caso dovessimo chiamare un idraulico o un elettricista, non riceveremmo più il “solito” foglietto di carta, ma ci verrà chiesto di fornire un indirizzo telematico al quale ricevere fattura elettronica della prestazione.

Cosa fare nel caso non fossimo riusciti a fornire un indirizzo valido o non ritrovassimo più una delle fatture elettroniche? Semplice: basta iscriversi al servizio di consultazione delle fatture elettroniche online e scaricare i documenti fiscali che ci interessano. Basteranno pochi istanti per accedere a tutte le e-fatture ricevute dal 1 gennaio in poi ed effettuare il download del relativo file XML sul proprio PC.

Un procedimento molto comodo, ma che non mette del tutto al riparo da eventuali “perdite”. Nel caso non si aderisse al servizio entro la data limite stabilita dall’Agenzia delle Entrate, tutte le fatture elettroniche ricevute nei mesi precedenti verrebbero eliminate definitivamente. Per evitare che ciò accada è sempre consigliabile attivare un indirizzo di posta elettronica certificata (nel caso di privato) o attivare un abbonamento a una piattaforma gestionale amministrativo-contabile completa e semplice da utilizzare (nel caso di professionista o azienda).

Cos’è la consultazione delle fatture elettroniche online

La consultazione online delle fatture elettroniche è un servizio gestito dall’Agenzia delle Entrate e attivo dal 1 luglio 2019. Come dice anche il nome, questa funzionalità consente di accedere alle fatture elettroniche presenti nei database dell’Ade. Le aziende che aderiscono al servizio, anche tramite un intermediario, possono visualizzare e scaricare sia le fatture emesse sia quelle ricevute; i privati, che possono aderire solamente in forma personale, visualizzeranno solamente le fatture ricevute.

Come funziona la consultazione delle fatture elettroniche online

Il servizio è accessibile dal portale Fatture e corrispettivi e, per poterlo utilizzare, è necessario sottoscrivere l’adesione all’interno della propria area personale. In questa prima fase si è in regime transitorio e si avrà tempo fino al 20 dicembre per aderire alla consultazione delle fatture elettroniche online. Se si attiva il profilo prima di questa data, allora sarà possibile consultare tutti i documenti fiscali rilasciati a nostro nome dal 1 gennaio 2019 in poi; attivandolo dal 21 dicembre in poi, invece, si avrà accesso solo ai documenti emessi dopo la nostra adesione.

Una volta completata questa operazione, non resterà che accedere alla propria area personale e accedere all’elenco delle e-fatture: una volta individuata quella che interessa, pigiare sul pulsante download e attendere che la procedura venga completata.

Consultazione fatture elettroniche: le alternative

Come accennato in precedenza, questo servizio, per quanto utile, non mette del tutto a riparo dalla “perdita” di fatture elettroniche. Nel caso in cui non si aderisca alla consultazione entro il 31 ottobre, infatti, tutti i documenti fiscali emessi in precedenza non potranno più essere consultati e, come previsto dalla direttiva del Garante della privacy, verranno eliminati a fine anno.

Nel caso dei privati, il modo migliore per ricevere fatture elettroniche resta la Posta Elettronica Certificata. Attivando una casella di posta con servizi come Libero Family PEC si potranno ricevere tutte le e-fatture che si vorranno e conservarle per un tempo indefinito. Oltre a essere un metodo economico (Libero Family PEC costa meno di 10 euro l’anno), la PEC può essere utilizzata per gli scopi più vari: comunicare con la pubblica amministrazione; utilizzarla al posto della raccomandata con ricevuta di ritorno per disdire contratti e abbonamenti a servizi e molto altro ancora.

Per i professionisti e le aziende, invece, l’ideale è aderire a piattaforme gestionali amministrative come Libero SiFattura. Intuitivo e facile da utilizzare, questo servizio consente di inviare e ricevere tutte le fatture elettroniche che si vogliono. Non solo: grazie agli strumenti avanzati che offre, Libero SiFattura permette di tenere sotto controllo non solo il flusso fiscale, ma anche quello contabile: dalla dashboard si avrà una vista d’insieme sulle fatture che sono state emesse e saldate e di quelle che devono essere ancora saldate e avere così un’idea di quanto resta da incassare. Con Libero SiFattura, poi, si potrà scegliere il pacchetto che più si adatta alle proprie esigenze, evitando così di pagare per strumenti che non si utilizzeranno mai. Il piano Basic è gratuito e offre gli strumenti necessari a ricevere fatture elettroniche; il piano Lite costa 19 euro + IVA per il primo anno e consente alle micro e piccole imprese di automatizzare il flusso di fatturazione; il piano Pro costa 39 euro + IVA per il primo anno e offre l’accesso multiutenza, condivisione dell’ambiente con il commercialista, creazione della prima nota per il commercialista, scadenziario, estratto conto, cash flow e molto altro ancora.

Crea e invia le tue fatture elettroniche facilmente!Scegli la comodità e la convenienza di Libero SiFattura

SCOPRI DI PIÙ

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963