8fa8267fd3065aa15deacd279c504c1d.jpg Fonte foto: ANSA
TECH NEWS

Cruscotto auto, display come smartphone

Sviluppati da Enea, immagini ad altissima risoluzione

(ANSA) – ROMA, 22 FEB – Immagini ad altissima risoluzione di radio e navigatori sul cruscotto delle automobili, senza più la necessità di dover installare i singoli schermi. E’ l’obiettivo del progetto europeo di ricerca MILEDI (MIcro QD-LED/OLED DIrect patterning) coordinato dall’Enea, che lavorerà per oltre tre anni insieme a nove partner, tra cui il Centro Ricerche Fiat. “Svilupperemo nuovi nanomateriali e sistemi laser d’avanguardia per realizzare ‘quantum dot display’ ossia schermi a punti quantici già utilizzati su smartphone, smart glasses e macchine fotografiche – spiega Francesco Antolini, ricercatore Enea del Laboratorio Micro e Nanostrutture per la Fotonica e coordinatore del progetto. Questi display ipertecnologici utilizzano nanocristalli semiconduttori che emettono luce quando sono pompati da una corrente o da altre sorgenti luminose. E proprio la qualità e la luminosità dei colori, insieme ai bassi consumi energetici, hanno fatto crescere l’interesse del settore automotive, e non solo”.

Contenuti sponsorizzati