e294564ca42bb235cf2ff7e0e449e68a.jpg Fonte foto: ANSA
TECH NEWS

Cybercrime punta ad attacchi semplici

Microsoft, botnet e ransomware restano minacce principali

(ANSA) – ROMA, 19 MAR – Tra febbraio 2017 e gennaio 2018 gli hacker hanno preferito prendere di mira grandi gruppi di utenti con attacchi informatici semplici piuttosto che concentrare gli sforzi su dati più pregiati ma che richiederebbero più competenze e più investimenti. E’ quanto emerge dal 23esimo volume del ‘security intelligence report’ (Sir) di Microsoft che offre una panoramica sulle minacce cyber. Dal rapporto si evince che nell’anno appena trascorso la scena del crimine informatico è stata dominata dai botnet, cioè quelle reti di computer infettati con un virus all’insaputa degli utenti, che agiscono all’unisono. L’obiettivo è attingere ad un’ampia infrastruttura a caccia di dati sensibili per fini estorsivi, come nel caso dei ransomware, che sono quei virus che prendono letteralmente in ostaggio i dispositivi attaccati e per riavere i propri dati bisogna pagare un riscatto.

Contenuti sponsorizzati