00a39180073ea98a2a3643be903e46fa.jpg Fonte foto: ANSA
TECH NEWS

Da cicala mare nuovi occhi auto autonome

Permettono di vedere ostacoli da una distanza 3 volte maggiore

(ANSA) – ROMA, 12 OTT – I nuovi ‘occhi’ per le auto autonome saranno presi in prestito dai più complessi ed efficienti finora noti nel mondo animale: quelli della cicala di mare. Le telecamere ispirate a loro, infatti, permettono di riconoscere ostacoli e pericoli da una distanza tre volte maggiore e riescono a “vedere” molto meglio in condizioni luminose difficili, come nel passaggio da un tunnel buio alla piena luce del Sole o in caso di nebbia. Le nuove telecamere sono state realizzate da ricercatori dell’Università dell’Illinois a Urbana-Champaign guidati da Missael Garcia, che hanno pubblicato i loro risultati sulla rivista Optica.

“La nostra nuova telecamera bioispirata è la dimostrazione che la natura offre un sacco di soluzioni interessanti da cui possiamo prendere spunto per realizzare i sensori di prossima generazione”, commenta Garcia.

Contenuti sponsorizzati