facebook-whatsapp-passaggio Fonte foto: Alejandro Ruhl / Shutterstock.com
SMART EVOLUTION

Da Facebook a WhatsApp con un tocco, sperimentazione in corso

Alcuni utenti hanno individuato il pulsante in una versione beta di Facebook per Android: permette di passare direttamente a WhatsApp dal social network

22 Settembre 2017 - WhatsApp e Facebook, due aziende legate da un filo rosso: la proprietà. Presto potrebbero essere unite anche da un altro elemento: un tasto. Secondo alcune indiscrezioni apparse in rete, infatti, il social network starebbe sperimentando nell’app un sistema per consentire agli utenti di collegarsi rapidamente a WhatsApp.

Si tratterebbe di un pulsante, comparso nella versione Android di Facebook, rilasciato per un numero molto ampio di utenti. Il tasto, una volta premuto, apre direttamente l’applicazione di WhatsApp. Ciò significa che non sarà più necessario chiudere Facebook per passare a WhatsApp. Il “bottone” si trova in alto nell’aerea menu , esattamente, secondo quanto riportato da alcuni utenti, sotto il proprio nome. Come detto, il pulsante WhatsApp è stato individuato solo nella versione di Facebook per Android, ma probabilmente è solo una questione di tempo prima che l’azienda fondata da Mark Zuckerberg decida di rilasciarla anche su iOS.

Arriverà presto?

Non è un’assoluta novità per Facebook provare tasti di collegamento diretto tra le sue applicazioni. Tempo fa, infatti, alcuni utenti avevano notato la presenza di un pulsante per Instagram. Così come il social aveva già provato a sperimentare il pulsante per WhatsApp nel 2015. Alla fine, però, ai test non è seguito nessun rilascio ufficiale. Probabilmente, forse l’azienda si sente finalmente pronta ad integrare su Facebook la scorciatoia per l’app di messaggistica istantanea più popolare.

Il pulsante è disponibile quasi per tutti gli utenti che hanno l’app di Facebook sul proprio smartphone Android ed è un altro segnale che l’azienda di Mountain View sta cercando sempre più di creare un ambiente unico tra il social network, Instagram e WhatsApp.

 

Contenuti sponsorizzati