3b4416d5e5196619e72ff3c533b52c50.jpg Fonte foto: ANSA
TECH NEWS

Dazi, la Cina mette in guardia Apple

Stampa, 'condivida una quota maggiore dei profitti con i cinesi'

(ANSA) – NEW YORK, 7 AGO – La Cina mette in guardia Apple: Cupertino ha beneficiato di lavoro a basso costo e di un solido canale di forniture nel paese e dovrebbe condividere una quota maggiore dei suoi profitti con i cinesi o prepararsi ad affrontare “rabbia e una spinta nazionalista” nell’ambito della guerra commerciale in corso. Lo afferma – riporta la stampa americana – il quotidiano cinese People’s Daily, sottolineando che Apple ha realizzato 9,6 miliardi di dollari di ricavi in Cina nel trimestre che si è chiuso in giugno. Un ammontare che l’ha aiutata a superare la soglia dei 1.000 miliardi di dollari di capitalizzazione di mercato.

La guerra commerciale fra Usa e Cina potrebbe far sì che Apple e altre società americane siano usate come “merce di scambio” da Pechino. “La Cina è il maggiore mercato estero per Apple, e questo la espone a diventare target di ira e una spinta nazionalista da parte dei cinesi” se Donald Trump procederà con misure protezioniste che danneggiano le aziende cinesi, aggiunge People’s Daily.

Contenuti sponsorizzati