1c2f86f1d080c81a78cde5ffb4ca7f2c.jpg Fonte foto: ANSA
TECH NEWS

Diamanti per i computer del futuro

Possono essere usati come ripetitori

(ANSA) – ROMA, 9 LUG – Diamanti sintetici invece del silicio per i computer del futuro: grazie alle loro imperfezioni possono essere usati per immagazzinare in modo efficiente e trasmettere le unità di comunicazione dei computer quantistici. Lo dimostra l’esperimento dell’università di Princeton descritto sulla rivista Science. Le reti di informazioni quantistiche possono essere estremamente sicure, ma presentano diversi problemi, primo fra tutti quello di proteggere le informazioni che trasportano sulle lunghe distanze. Nelle reti standard di comunicazione, i ripetitori infatti trasmettono i segnali che gli permettono di viaggiare su distanze più lunghe. La difficoltà di creare un ripetitore quantistico finora è stata nel trovare un materiale capace di conservare e trasmettere i bit quantistici. Il modo migliore trovato finora è stato codificarli in particelle di luce, i fotoni. Ma le informazioni quantistiche su una fibra ottica riescono a viaggiare su piccole distanze prima di perdere le loro capacità quantistiche.

Contenuti sponsorizzati