Libero
SMART EVOLUTION

Digitale terrestre, ancora modifiche da Nord a Sud

Cambiano di nuovo le frequenza di molte emittenti e spariscono altri MUX che le trasmettevano: ecco le ultime novità da Valle d'Aosta, Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Liguria e Sicilia.

Prosegue senza sosta la roadmap di riassestamento e riorganizzazione dei canali locali del digitale terrestre italiano, con nuovi MUX che vengono spenti e rottamati definitivamente e alcuni dei canali che trasmettevano che passano su altri MUX. Ancora una volta si tratta sia di modifiche a MUX regionali che interregionali e nazionali.

Gli spostamenti dei canali e le rottamazioni dei MUX avvengono a seguito del graduale, ma inesorabile passaggio di molte emittenti dal vecchio codec di compressione di audio e video MPEG-2 al nuovo MPEG-4 (qui le differenze tra i due codec), che permette di trasmettere molti più canali sulle stesse frequenze e, conseguentemente, permette anche di liberare alcune delle frequenze precedentemente occupate e rottamare i MUX che le veicolavano. Questo processo di aggiornamento tecnico andrà avanti per tutto il 2021, come previsto dalla roadmap del Ministero dello Sviluppo economico (qui le date) che prevede un profondo riassetto delle frequenze radio e TV in vista del passaggio al digitale terrestre di seconda generazione, che avverrà invece nella prima metà del 2022.

Digitale terrestre: le modifiche ai MUX nazionali

Partendo da cosa è cambiato negli ultimi giorni e nelle ultime ore sui MUX nazionali del DVB, segnaliamo il ritorno alle trasmissioni di Ranibow TV al canale 235, all’interno del MUX Rete A2. L’emittente in precedenza trasmetteva la programmazione di Donnashopping Fascino TV, che proseguono invece all’LCN 231.

Sempre per quanto riguarda i MUX nazionali, si segnala anche la rimozione di quattro canali duplicati nel MUX Timb 2: si tratta dei doppioni di Alice, Marcopolo, Case Design e Stili e Pop Economy.

Digitale terrestre: le modifiche ai MUX regionali

Passando invece ai MUX regionali e interregionali, nel MUX Studio 1 che trasmette in Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna è stato aggiunto il canale Uno Hit (LCN 268). Si tratta del duplicato di Giornale Radio TV, già trasmessa all’LCN 262.

In Lombardia il MUX Teleclusone è stato definitivamente spento e rottamato e l’emittente omonima è stata portata sui MUX Quenza 1 e nel MUX Quenza 3 (LCN 609). Quest’ultimo trasmette anche in parte di Emilia-Romagna e Veneto. Ancora in Lombardia, nel MUX Rete 55, arriva l’emittente torinese Sestarete all’LCN 295 che offre anche parte della programmazione di Super Six.

In Liguria è stato invece spento e rottamato il MUX Italia 8 e alcuni dei canali che trasmetteva sono stati spostati su altro MUX, mentre altri al momento sono spariti. Telecity 7Gold GE, Canale 78 Italiaotto, Telecity 2 (duplicato del precedente) e Telecity GE, sono adesso visibili sul MUX Telecity Liguria rispettivamente ai numeri LCN 14, 78, 613 e 114. Restano invece senza casa i canali Italia 8 Prestige, Canale 227, Radiocity, TRS 2 e Auto del Giorno.

In Sicilia, invece, sono stati spenti i MUX Il Tirreno 1 e Il Tirreno 2, che trasmettevano le storiche emittenti TRM e Tirreno Sat. Tirreno Sat ora trasmette solo in streaming.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963