disney plus Fonte foto: JL IMAGES / Shutterstock.com
HOW TO

Disney +, catalogo, prezzo, come funziona, dove vederlo

Disney + è una piattaforma di video in streaming con oltre 1000 contenuti tra film, serie tv, documentari e prodotti per i più giovani. Ecco come funziona e quanto costa

Disney + è arrivato anche in Italia. Dal 24 marzo 2020 la piattaforma di video streaming è aperta a tutti: basta registrarsi, scegliere il tipo di abbonamento (mensile o annuale) e accedere agli oltre 1000 contenuti presenti al debutto. Tra film, serie TV, contenuti per bambini e documentari di National Geographic c’è molto tra cui scegliere.

Disney + è una piattaforma di video streaming e funziona in modo molto simile a Netflix e Amazon Prime Video: si paga un abbonamento (mensile o annuale) e si ha accesso a tutto il catalogo dei contenuti. La piattaforma permette di creare fino a 7 profili differenti, registrare fino a un massimo di 10 dispositivi e utilizzare in contemporanea quattro dispositivi. Disney + è compatibile con la maggior parte dei dispositivi presenti sul mercato: computer, smartphone, tablet, smart tv e console. Ecco tutto quello che c’è da sapere su Disney +, il servizio di video on demand pronto a sfidare Netflix e Amazon Prime Video.

Catalogo Disney +: più di 1000 titoli a disposizione

Disney + offre un vasto catalogo pensato per adulti e bambini. Si contano più di 1000 contenuti firmati dai brand del gruppo: Disney, Pixar, Marvel, Lucasfilm (Star Wars) e National Geographic. Oltre ai titoli già conosciuti, appaiono numerose proposte inedite, come la serie The Mandalorian ispirata a Star Wars. Le serie tv originali saranno 25, accanto a queste ci saranno più di 500 pellicole.

Tra le serie più attese spiccano anche High School Musical: The Musical o l’esclusiva Diary of A Future President. Inoltre, sarà possibile godersi tutte le puntate dei Simpson.

Naturalmente non mancheranno titoli cult che hanno fatto la storia del cinema, come Toy Story, Frozen, Oceania o Gli Incredibili. Insomma, sono tanti i contenuti firmati Disney e Pixar. Inoltre, sarà possibile godersi i film campioni di incassi come Avatar e The Avengers: Endgame.

I più piccoli potranno poi affezionarsi a nuovi personaggi e imparare in modo divertente. Per esempio, una delle serie per bambini più attese racconta le avventure di Forky, personaggio tratto dall’immaginario di Toy Story. Chi ama i supereroi della Marvel potrà poi godersi tutti i film e gli spin-off prodotti dal marchio e rivivere le avventure di Thor, Hulk, Capitan America, Iron Man, Black Panther e tutti gli altri.

Ci saranno anche rivisitazioni dei grandi classici come il film di Lilli e il Vagabondo. Infine, ampio spazio sarà dato ai documentari: oltre ai contenuti proposti da National Geographic, ci sono anche quelli originali proposti dalla compagnia. Uno di quelli immediatamente fruibili è “Un Giorno in Disney”. Insomma, il catalogo è davvero ricco.

Quanto costa Disney +: il prezzo

Fino al 23 marzo era possibile acquistare l’abbonamento annuale a 59.99 euro. Dal 24 marzo, invece, si può acquistare il pacchetto annuale spendendo 69.99 euro. In alternativa si potrà scegliere l’abbonamento da 6.99 euro al mese.

La tariffa permette di guardare tutti i contenuti della piattaforma senza interruzioni pubblicitarie su un massimo di 4 schermi contemporaneamente.

Come creare un profilo su Disney +

Sottoscritto l’abbonamento si passa alla creazione dei profili. Una volta effettuato l’accesso al Disney +, l’amministratore ha la possibilità di creare fino a 7 profili (assegnando ad ognuno un’immagine differente) cliccando sul bottone “Aggiungi profilo”. Ogni profilo avrà accesso a tutto il catalogo di Disney + senza nessuna limitazione.

Limitazioni che, invece, esistono per il numero di dispositivi che possono essere registrati. Il massimo è di 10 e per poterne togliere uno è necessario scrivere al Servizio Clienti Disney +, poiché non esiste una funzionalità per farlo dalle Impostazioni. Inoltre, il massimo dei dispositivi supportati in contemporanea è quattro.

Come funziona Disney +

Il funzionamento della piattaforma è molto simile a quello di Netflix e affini. Per accedere alla piattaforma e guardare i contenuti, innanzitutto è necessario iscriversi al servizio e sottoscrivere l’abbonamento. Per farlo, basta accedere al sito web ufficiale e iscriversi. Il sistema chiede di inserire un indirizzo e-mail a cui inviare la conferma di attivazione. Dopo aver letto e autorizzato condizioni e termini del servizio, si sceglie la password.

Per terminare, occorre pagare l’abbonamento. In seguito, utilizzando le credenziali si può accedere alla piattaforma. La schermata principale mostra i diversi profili associati all’account: basta selezionare quello personale per accedere al catalogo e iniziare a guardare i contenuti.

L’interfaccia è molto semplice da usare. La struttura è simile a quella di Netflix: non esistono canali da vedere live, ma solo tipologie di contenuti tra cui scegliere. L’unica cosa in più di Disney + è la possibilità di scegliere tra cinque diverse sotto sezioni: Disney, Pixar, Marvel, Star Wars e National Geographic.

Come vederlo: i dispositivi disponibili

Disney + è compatibile con un’ampia gamma di dispositivi: dalla smart tv, al tablet e smartphone. Si potrà anche guardare in 4K con gli schermi dotati di questa risoluzione e grazie ad una connessione veloce.

Per usare Disney + da smartphone o tablet basta scaricare l’app, che è disponibile sia per Android, che per iOS o Amazon Fire Tablet. Se invece si dispone di un computer fisso o portatile, è possibile accedere alla piattaforma tramite il browser. È possibile sfruttare anche le console come gli ultimi modelli di PlayStation o Xbox One.

La compagnia ha rilasciato anche l’app per Android TV, quindi tutte le smart tv che usano questo sistema possono accedere a Disney +. Inoltre, l’applicazione è disponibile anche per gli smart TV LG con webOS e televisori Samsung Tizen, solo per i modelli dal 2016 in poi. Compatibilità anche con Apple TV (quarta generazione e successive) e Apple AirPlay.

Infine, chi non ha una smart tv può comunque collegare il proprio apparecchio ad un dispositivo di streaming compatibile, come una Chromecast. Insomma, guardare i contenuti non sarà certo un problema: i device che lo supportano sono davvero tanti.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963