SICUREZZA INFORMATICA

Emma Marrone: per McAfee è la celebrità più "pericolosa"

La società americana ha condotto una ricerca sulle celebrità ricercate online in grado di generare risultati dannosi per gli utenti

20 Settembre 2017 - Gli hacker utilizzano vari stratagemmi, come ad esempio sfruttare la popolarità di alcuni noti personaggi per ingannare le vittime. Secondo McAfee, un’azienda specializzata in soluzioni di sicurezza informatica, tra le celebrità italiane, la più “pericolosa” è la cantante Emma Marrone.

La società americana ha condotto una ricerca, la “McAfee Most Dangerous Celebrities 2017”, stilando una classifica che comprende le celebrità ricercate online in grado di generare risultati dannosi per gli utenti. Nella top ten italiana, oltre alla musicista pugliese, sul podio troviamo Vasco Rossi, che si è piazzato al secondo posto, e il rapper Fedez. Presente anche lo sport. Nella “graduatoria” dei personaggi più “pericolosi” italiani ci sono, infatti, Valentino Rossi e Francesco Totti, che occupano rispettivamente la sesta e la settima posizione. I nomi di questi volti conosciuti e apprezzati dal pubblico sono sfruttati dagli hacker per indirizzare il traffico delle vittime su siti malevoli.

La top ten mondiale delle star più “pericolose”

Per quanto riguarda invece la classifica generale, la top ten è guidata dalla cantante canadese Avril Lavigne, seguita da Bruno Mars e da Carly Rae Jepsen. Rispetto agli studi realizzati negli anni precedenti, nella McAfee Most Dangerous Celebrities 2017, a livello internazionale, ai primi dieci posti ci sono solo musicisti. Un dato che fa riflettere su come la musica, un mercato in crescita, sia diventato uno degli strumenti principali scelto dagli hacker per far cadere in trappola gli utenti.

Spostandoci dalle prime posizioni, nella classifica sono finiti anche attori e attrici, come ad esempio Anna Kendrick, che si è collocata alla posizione numero tredici, e Jennifer Lopez, posizionatasi sul ventesimo gradino.

Lo studio di McAfee conferma, dunque, come spesso gli hacker utilizzino le celebrità dello spettacolo, cinema e musica per imbrogliare gli utenti. Purtroppo una buona parte delle vittime continua a cliccare su siti sospetti con superficialità, impiegati dai cybercriminali per rubare ai malcapitati dati personali oppure per installare malware.

Come fare ricerche in modo sicuro

McAfee fornisce anche alcuni consigli su come fare ricerche in modo sicuro e non cadere nelle trappole degli hacker.

Ad esempio, non si deve cliccare su link di cui non si conosce l’origine. Se riceviamo un messaggio che ci assicura che premendo sul link avremo in esclusiva l’ultimo CD del nostro cantante preferito, non dobbiamo fidarci: si tratta di una truffa.

Bisogna fare attenzione anche quando effettuiamo la ricerca “mp3 free”: secondo gli esperti di McAfee dietro ai siti web che offrono musica gratuita nella maggior parte dei casi si nascondono virus e malware.

Contenuti sponsorizzati