TECH NEWS

Presto potremo sapere chi produce gli smartphone più sostenibili

La tecnologia è una grande opportunità del nostro tempo, ma anche una enorme sfida ambientale: nasce l'Eco Rating per la sostenibilità degli smartphone.

Nel 2020, in tutto il mondo, sono stati venduti 1,35 miliardi di smartphone e, molto probabilmente, ne sono stati messi da parte o buttati un numero molto simile. Molti di essi sono diventati un rifiuto elettronico (RAEE) difficile da riciclare e con molti materiali che non possono essere riciclati.

Il problema ambientale dietro l’industria dell’elettronica di consumo, come è facile capire, è quindi enorme e va affrontato prima possibile. Ci stanno iniziando a provare cinque operatori telefonici europei (Deutsche Telekom, Orange, Telefónica, Telia Company e Vodafone) e la prima risposta è “Eco Rating“. Un nome molto semplice e intuitivo, che ci dice già di cosa si tratta: un punteggio di ecosostenibilità per gli smartphone, in modo che l’acquirente possa scegliere il modello che vuole comprare con più consapevolezza. Lo standard di valutazione è già pronto, i primi device sono già sotto test e i primi Eco Rating ufficiali arriveranno tra pochi giorni: si parte a Giugno 2021.

I parametri dell’Eco Rating

L’Eco Rating è un numero, in una scala da 1 a 100. Più il rating si avvicina a 100 e più è ecosostenibile il telefono. All’interno del rating affluiscono 5 punteggi specifici (basati a loro volta su 13 indicatori di impatto ambientale):

  • Durabilità
  • Riparabilità
  • Riciclabilità
  • Uso efficiente delle risorse
  • Rispetto del clima

Per calcolare questi punteggi viene preso in considerazione tutto il ciclo di vita del dispositivo, da quando viene costruito a quando viene smontato e riciclato. E’ stata anche creata una apposita etichetta, che riporta sia l’Eco Rating complessivo che i singoli cinque valori, insieme ad un QR code che porta ad informazioni aggiuntive più dettagliate.

L’Eco Rating verrà usato in 24 Paesi europei: Albania, Austria, Croazia, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Irlanda, Italia, Lituania, Macedonia del Nord, Montenegro, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Spagna, Svezia, Turchia e Regno Unito.

Eco Rating: i telefoni sotto test

I tecnici di Eco Rating sono già al lavoro per testare i primi modelli. I primi ad avere il punteggio di ecosostenibilità saranno gli smartphone di Bullitt Group (CAT e i rugged di Motorola), Doro, HMD Global (Nokia), Huawei, MobiWire, Motorola/Lenovo, OnePlus, OPPO, Samsung, TCL-Alcatel, Xiaomi e ZTE, per un totale di circa 80 modelli già testati. Un nome non c’è e salta subito all’occhio: Apple.

Per capire meglio quanto conta l’Eco Rating e come interpretarlo, basta pensare al fatto che 10 punti dell’indice equivalgono più o meno all’emissione di 10 chilogrammi di CO2 in atmosfera.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963