esport Fonte foto: 123RF
TECH NEWS

ESport, oltre un milione di italiani amano gli sport elettronici

In Italia sarebbero 350mila le persone (definite avid fan) che seguono ogni giorno eventi esportivi

Tutti pazzi per l’eSport! Lo conferma un report realizzato da AESVI, l’Associazione dell’industria dei videogiochi in Italia, insieme a Nielsen. In Italia, infatti, sarebbero 350mila le persone (definite avid fan) che seguono ogni giorno eventi esportivi. Un bacino di utenza che raggiunge circa 1.200.000 persone se pensiamo a quelli che dicono di seguire un evento più volte a settimana (dette, invece, esports fan).

Un fenomeno in costante crescita che, nell’ultimo anno, ha visto definire il proprio settore con maggiore concretezza. Parliamo di eventi organizzati nei minimi dettagli, come per esempio la Milan Games Week che ha dedicato un intero padiglione agli sport elettronici.

“Nel 2018 abbiamo creato un osservatorio permanente sul fenomeno del gaming competitivo insieme a Nielsen per avere un punto d’osservazione privilegiato sulla sua evoluzione. Vogliamo dare il nostro contributo allo sviluppo dell’ecosistema degli esports in Italia, lavorando in prima linea per rendere il nostro paese sempre più importante e competitivo a livello internazionale” – ha dichiarato Marco Saletta, presidente di AESVI.

Chi sono i principali fruitori di esport? Per il 62% si tratta di uomini, con un livello di istruzione medio-alto e un’età compresa tra i 21 e i 30 anni (44%), ma anche tra i 31 e i 40 anni (38%). Il 25% degli esports fan si è interessato a questo mondo solo nell’ultimo anno. Il 79% di questa categoria si dedica a questa passione per intrattenimento o per passare il tempo. Il 67%, invece, segue le performance dei proplayer per migliorare le proprie abilità personali.

Tra i videogiochi più seguiti dagli avid fan troviamo FIFA (47%), Call of Duty (44%) e League of Legends (34%). Di questa categoria il 45% segue la Call of Duty World League mentre il 31% segue le FIFA Global Series. Tra i dispositivi più utilizzati per seguire gli eventi esportivi ci sono i personal Computer (62%) e gli smartphone (45%). Mentre per giocare l’81% usa lo smartphone, il 77% la console e il 76% il computer.