TECH NEWS

ESports, Federico Giardini: "Italia? Indietro rispetto ad altri paesi"

In occasione di Romics 2019 e del torneo Roma Top Players, abbiamo intervistato il pro player Federico Giardini di Samsung Morning Stars

In occasione della fiera Romics 2019 – che ha invaso la Capitale con giochi, fumetti e ospiti prestigiosissimi – c’è stato anche modo di parlare di eSports, grazie a numerose iniziative che avevano lo scopo di far conoscere questo mondo videoludico anche ai meno esperti.

L’evento Roma Top Players, ad esempio – organizzato da Hexon Esports, FutXfan e Successful Career – aveva lo scopo specifico di avvicinare tutti gli appassionati di FIFA alle competizioni italiane che stanno sempre più prendendo piede, grazie soprattutto a realtà storiche (come alcune squadre di calcio) che iniziano a investire nei tornei ufficiali.

Al torneo (assolutamente gratuito) abbiamo avuto modo di incontrare alcuni pro player italiani, tra cui Federico Giardini del team Samsung Morning Stars, a cui abbiamo chiesto di raccontarci qualcosa sul Torneo e più in generale di dirci com’è la vita di un pro player in Italia.

“Rispetto ad altri paesi siamo un po’ indietro. – ci risponde Federico – L’evento più grande dello scorso anno, Gazzetta eSports Challenge, ad esempio, quest’anno non si è ripetuto. Non so perché. Confido che in futuro si vada sempre più a migliorare“.

Contenuti sponsorizzati

TAG: