riconoscimento-facciale
TECH NEWS

Essen 2018: il miglior riconoscimento facciale firmato Panasonic

L’azienda Panasonic ha realizzato un sistema di sicurezza in grado di riconoscere i volti anche se coperti da occhiali o anche se in foto vecchie di 10 anni

13 Settembre 2018 - Nel corso dell’Essen 2018, una delle fiere mondiali più importanti sulla sicurezza informatica e in programma nella cittadina tedesca dal 25 ottobre, Panasonic mostrerà il suo nuovo sistema di riconoscimento facciale sviluppato in collaborazione con il Genetec Security Center.

Si tratta, nello specifico, di una piattaforma che sfrutta algoritmi di deep learning e integra le sorgenti provenienti da più dispositivi (smartphone, tablet, videocamere di sorveglianza e così via) per il riconoscimento facciale in ambienti di grandi dimensioni. Dai test svolti negli ultimi anni, il nuovo sistema di riconoscimento facciale sviluppato da Panasonic è il più completo al mondo. Lo strumento del colosso giapponese può riconoscere i visi da angolazioni molto complesse, compresi i volti inclinati con un angolo fino a 45 gradi verso sinistra o destra o di 30 gradi verso l’alto o il basso. E non ha particolari problemi nemmeno nell’individuare le facce parzialmente nascoste da occhiali da sole o maschere.

Come funziona l’innovativo riconoscimento facciale di Panasonic

Il nuovo sistema di riconoscimento facciale Panasonic è progettato per la sicurezza di edifici e abitazioni private, ed è stato realizzato anche con la collaborazione della National University di Singapore. La trasmissione delle immagini catturate dal sistema di videosorveglianza iPro Extreme di Panasonic che include questo nuovo riconoscimento del volto è in tempo reale, e ogni singolo server può ricevere e analizzare i video in arrivo da 20 telecamere diverse allo stesso tempo grazie all’uso dell’intelligenza artificiale. Secondo quanto dichiarato da Panasonic il nuovo riconoscimento del volto è in grado di individuare una persona non solo dal vivo ma anche analizzando una fotografia scattata fino a 10 anni prima.

La piattaforma Panasonic per la sicurezza viene già utilizzata in Giappone presso l’Aeroporto Haneda di Tokyo dove, dopo tre anni di test sul campo, ha permesso di sostituire le operazioni di riconoscimento delle impronte digitali presso tutti i gate di imbarco. Infine, stando ai recenti comunicati Panasonic, il nuovo sistema riconoscimento del volto appena sviluppato ha una percentuale di successo nell’individuazione delle persone dai video del 90% e non dovrebbe avere problemi con le differenze di colore della pelle tipici di altri sistemi simili.

Contenuti sponsorizzati