Libero
amd chip metaverso facebook Fonte foto: AMD
TECH NEWS

Facebook ha scelto AMD: produrrà i chip per creare il Metaverso

Meta, ex Facebook, ha scelto il proprio partner tecnico per creare il Metaverso, l'ambizioso progetto annunciato qualche giorno fa da Mark Zuckerberg

La storica “guerra" tra i due giganti dei chip, AMD e Intel, inaugura un nuovo capitolo. AMD ha annunciato di aver concluso un accordo con Meta, la società di Mark Zuckerberg, per la realizzazione “tecnica" del Metaverso, l’enorme universo virtuale popolato da avatar annunciato dal numero uno di Facebook.

La notizia ha fatto impennare il valore in borsa di AMD, le cui azioni sono schizzate verso l’alto dell’11% in poche ore adombrando gli storici rivali di Intel, che sono stati costretti ad incassare l’ennesimo duro colpo. Già da qualche anno infatti, CPU, GPU e più in genere i chip di AMD godono di una certa superiorità tecnica sui componenti prodotti da Intel, e l’accordo chiuso con Meta probabilmente causerà un rafforzamento della posizione da leader degli americani di AMD, che potrà vantare di essere il partner tecnico dell’ambizioso progetto di Zuckerberg. L’accordo è l’ennesimo “pesante" chiuso in pochi anni, che si somma a quelli in essere con Google, Amazon e altre aziende di un certo calibro.

La struttura del Metaverso sarà titanica

L’idea svelata da Mark Zuckerberg pochi giorni fa richiederà una struttura titanica in quanto a capacità di calcolo delle macchine, che per forza di cose dovranno avere CPU e GPU potentissime, ma anche memorie RAM ed SSD per forza di cose dovranno essere velocissime.

Del resto, se per far girare un gioco avanzato in termini di grafica serve un PC potente, pensate a cosa possa essere necessario per sostenere il Metaverso che ha in mente Zuckerberg, un vero e proprio universo digitale in cui un flusso continuo di svariate migliaia di persone al giorno, magari contemporaneamente, si collegano allo stesso luogo virtuale per interagire in tempo reale.

Il Metaverso di Zuckerberg, insomma, rappresenta un’idea ambiziosa anche dal punto di vista della fattibilità tecnica, quindi di macchine – server – che tengano su tutta l’infrastruttura 24 ore su 24 e 365 giorni l’anno, per anni. Gli uomini incaricati di metter su il Metaverso hanno comunque individuato il partner ideale per i chip in AMD, che ha comunicato con orgoglio la sua partnership con Meta, l’azienda che fa capo ai social della “galassia Zuckerberg" che prima si chiamava semplicemente Facebook e che da qualche giorno si chiama, appunto, Meta.

Focus sull’inquinamento

AMD ha annunciato che i suoi chip Epyc ad altissime prestazioni presentati ieri sono stati realizzati collaborando con Meta. Da queste parole qualcuno potrebbe dedurre che siano loro gli indiziati per realizzare sul piano tecnico il progetto del Metaverso, ma AMD ha anche annunciato una nuova gamma di chip per super-computer e per server dedicati al cloud, quindi RAM, GPU e quant’altro super potenti e rapide che potrebbero costituire le basi dei progetti di Meta ex Facebook.

Un’infrastruttura come quella che sarà realizzata, con CPU, GPU, chip, SSD, eccetera potenti e veloci, richiederà tantissima energia e quindi potenzialmente potrebbe inquinare parecchio. Un dirigente di AMD ha confidato ad alcuni addetti ai lavori che gli ingegneri di Meta stanno concentrando i propri sforzi sull’ottimizzazione dei consumi, in modo da impattare meno possibile sul delicato equilibrio energetico del pianeta.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963