facebook Fonte foto: Nopparat Khokthong / Shutterstock.com

Facebook, migliaia di profili chiusi per sbaglio: cosa succede

Da alcuni giorni Facebook sta chiudendo migliaia di account veri a causa di un bug. Scopri cosa sta accadendo

16 Ottobre 2019 - Nelle ultime settimane sta succedendo una cosa molto strana su Facebook: se segnali un account fake, rischi di perdere il tuo. È già successo a migliaia di utenti, che per diversi giorni non hanno potuto accedere al loro profilo personale.

La cosa grave è che, non avendo più un profilo privato, questi utenti non possono accedere neanche alle pagine Facebook e Instagram che amministrano. E questo può causare grosse perdite di denaro per chi usa questi due strumenti digitali nel proprio business online. Facebook, al momento, non sembra aver risolto il problema (alcuni utenti sono riusciti ad accedere nuovamente al proprio profilo, altri no) né ha rilasciato alcuna dichiarazione in merito o ha risposto a domande specifiche inviate via e-mail. Non è noto, quindi, quando gli utenti bannati per sbaglio potranno riaccedere al loro profilo e alle loro pagine.

Tutto parte da una segnalazione

La cosa buffa, ma anche irritante, è che tutto inizia da una segnalazione, da parte di un utente legittimo di Facebook, nei confronti di un account che legittimo non è: un fake o qualcuno che ha rubato l’identità digitale a qualcun altro. Invece di chiedere il documento di riconoscimento a chi ha creato il profilo fake, impersonificando un’altra persona, Facebook lo chiede a chi ha fatto la segnalazione. Ma dopo aver fatto la foto al documento e averla inviata tramite l’apposita interfaccia, l’utente spesso non risolve il problema: l’app gira a vuoto per diversi secondi prima di tornare esattamente al punto di partenza.

Un problema diffuso

A nulla serve provare più volte a rifare la procedura di identificazione tramite il documento: Facebook non sblocca il profilo legittimo di molti utenti. Molti di loro si sono riversati su Twitter, dove l’hashtag #FacebookLockout sta spopolando. Nonostante abbia ricevuto più di una richiesta di spiegazioni in merito da diverse testate online americane, tra le quali The Next Web, Facebook al momento non risponde.

Ma non solo: non potendo accedere al proprio profilo, molti utenti non possono neanche visitare le pagine del supporto tecnico online dove si spiega come risolvere problemi del genere. Se la cosa non verrà risolta a breve, infine, possiamo aspettarci che le segnalazioni dei profili fake su Facebook crollino nel giro di pochi giorni. E questa non è affatto una cosa buona per la salute del più grande social network del mondo.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963