Facebook e Twitter obbligati a eliminare contenuti terroristici Fonte foto: Shutterstock
TECH NEWS

Facebook e Twitter obbligati a eliminare contenuti terroristici

L’Unione Europea sta chiedendo a vari social media di cancellare ogni elemento che faccia richiamo ad atti terroristici entro un’ora dalla segnalazione

20 Agosto 2018 - L’Unione Europea negli ultimi tempi è molto attenta ai temi della sicurezza e della privacy all’interno del mondo Internet. Dopo l’attuazione del GDPR (Regolamento generale sulla protezione dei dati) ora l’Europa sta chiedendo a Facebook, Twitter e molte altre piattaforme social di eliminare ogni contenuto che possa avere dei riferimenti con il terrorismo.

Fino ad oggi, specialmente su piattaforme molto utilizzate come possono essere Facebook, Twitter o YouTube, l’Europa ha permesso ai servizi di attuare una sorta di autoregolamentazione. Ora però la UE  vuole proteggere la sicurezza degli utenti non solo online ma anche nella vita reale e per evitare la nascita di gruppi terroristici o favorire la divulgazione in Rete di contenuti di indottrinamento sta chiedendo ai social media, ai siti internet  e ai forum di Internet di cancellare qualsiasi commento o elemento che faccia riferimento al terrorismo. Già dal marzo 2018, la Commissione Europea ha modificato le linee guida per incoraggiare le piattaforme a rimuovere i contenuti di carattere terroristico entro un’ora dalla segnalazione degli organismi preposti. E ora il provvedimento sta diventando sempre più severo.

La multa anti-terrorismo dell’Europa per i social media

Fino ad oggi l’Unione ha inviato ai social media solo delle ammende ma a partire da settembre 2018 tutte le piattaforme che non dovessero cancellare commenti o contenuti di stampo terroristico entro un’ora dalla segnalazione degli organi della Commissione Europea riceveranno una multa salata. La decisione di inasprire il provvedimento deriva dai continui attacchi terroristici avvenuti in diversi Paesi dell’Unione (Parigi, Londra, Barcellona) negli ultimi anni. Ma quali sono in maniera particolare i contenuti a sfondo terroristico che l’Unione vuole evitare? In maniera particolare lo scopo di questo provvedimento è quello di cancellare il più in fretta possibile, specie da Facebook e YouTube, i video o le immagini che incitano le persone alla violenza o indottrinano gli utenti verso una cultura dell’attacco terroristico. Molti degli attacchi avvenuti in Europa, infatti, sono stati fatti proprio da persone che avevano costruito il loro piano attraverso la Rete e i forum online. Sarà interessante capire se anche i singoli Paesi dell’Unione prenderanno dei provvedimenti personali. In Germania, per esempio, i principali social media già da diverso tempo vengono multati in caso di mancata verifica sulla pubblicazione di contenuti o commenti razzisti, omofobi, sessisti, violenti e così via.