virusa-smartphone Fonte foto: Shutterstock
SICUREZZA INFORMATICA

Falla nei chip Wi-Fi, milioni di smartphone a rischio cyberattacco

Una vulnerabilità nel firmware dei chip Wi-Fi di Broadcom permette agli hacker di accedere indisturbati ai nostri file. Milioni i dispositivi a rischio

8 Luglio 2017 - Con il rilascio dell’aggiornamento di sicurezza Android luglio 2017, Google ha sistemato una falla presente nel firmware di alcuni chipset Wi-Fi di marca Broadcom. Una vulnerabilità più seria di quanto si possa pensare: il chip in questione è utilizzato da milioni di smartphone, non solo con Android a bordo.

La falla, scoperta dai ricercatori di Exodus Intelligence guidati da Nitay Artenstein, consente ai cyber criminali, di poter accedere ai file e ai dati conservati all’interno della memoria degli smartphone senza che l’utente se ne renda conto. La vulnerabilità, chiamata BroadPwn dal suo scopritore, è presente nei firmware della famiglia di chip Broadcom BCM 43xx, tra i più utilizzati dai produttori di dispositivi mobili in tutto il mondo. L’intervento di Google, fortunatamente, consente agli utenti Android di mettere una pezza alla falla e di continuare a utilizzare i loro dispositivi in tutta sicurezza.

Milioni di dispositivi a rischio

Vista la portata della falla e il gran numero di dispositivi che potrebbe interessare, Artenstein ha preferito non divulgare pubblicamente molti dettagli della sua scoperta. Qualche gruppo di hacker, infatti, potrebbe approfittarne e sfruttare la vulnerabilità contro utenti che non hanno ancora aggiornato il sistema operativo del loro dispositivo mobile. Artenstein, inoltre, prima di rendere pubblico il bug, ha avuto contatti diretti con il gigante di Mountain View e gli altri produttori di smartphone per studiare una strategia (sia esecutiva sia comunicativa) che fosse il più efficacie possibile.

Contenuti sponsorizzati