Fallout 76 Fonte foto: Bethesda
TECH NEWS

Fallout 76, server in crash per tre bombe nucleari

L'esplosione di tre bombe atomiche in contemporanea ha mandato in tilt i server di Bethesda per Fallout 76 disconnettendo tutti i gamer dalle partite in corso

19 Novembre 2018 - Dopo pochi giorni dal suo lancio, iniziano i primi problemi per il videogame di sopravvivenza Fallout 76, lo sgancio contemporaneo di tre bombe atomiche all’interno del videogioco online ha causato infatti un crash nei server del titolo, rendendolo di fatto inutilizzabile per diverso tempo.

A realizzare lo sgancio di tre bombe atomiche contemporaneamente è stato lo stesso team di gamer che per primo alcuni giorni fa era riuscito a identificare i codici di lancio per un missile nucleare nel primo giorno di rilascio, del titolo firmato dagli sviluppatori Bethesda. Online è possibile trovare il video del team che pianifica l’esplosione delle tre bombe atomiche in contemporanea all’interno della West Virginia, dove il videogame post-apocalittico Fallout 76 è ambientato.Esplosione che ha poi mandato in crash i server del videogame. Se siete curiosi l’intero evento è stato registrato e poi pubblicato sul canale YouTube di Nickaroo93. 

Fallout 76: cosa è successo

Dal video pubblicato su YouTube si capisce bene cosa è successo. Il videogioco è riuscito a non crashare durante l’esplosione e la sequenza delle tre bombe atomiche è chiaramente visibile anche nel video. Alcuni secondi dopo lo scoppio però il titolo ha iniziato a rallentarsi vistosamente, a ridursi di qualità e poi improvvisamente si è bloccato. Tutti gli utenti del gioco, e non solo quelli del team Nickaroo93 che hanno progettato l’esplosione, sono stati riportati alla pagina iniziale di Fallout 76 con l’avviso di interruzione di connessione. In realtà i server sono andati in crash e per un po’ il videogioco di Bethesda è stato inutilizzabile dai gamer.

Oltre ai disagi alle partite in corso l’evento e il conseguente blocco hanno dimostrato l’inefficienza dei server Fallout 76 nel reggere le missioni più “violente” e con maggiori possibilità di esplosioni di bombe atomiche. Un aspetto che in casa Bethesda hanno subito preso in considerazione per correre ai ripari migliorare la potenza dei propri server per evitare eventi simili e migliorare la giocabilità del videogame appena uscito Fallout 76.