Libero
I fenicotteri rosa si tingono le piume sbiadite: il motivo Fonte foto: 123rf
SCIENZA

I fenicotteri rosa si tingono le piume sbiadite: il motivo

Lo scopo è attirare i compagni. Questo tipo di uccelli ritocca il colore spalmando vicino al collo un siero che producono dalle ghiandole sopra la coda.

I fenicotteri rosa non amano l’aspetto sbiadito che le loro piume prendono a causa del sole e, così, lo ritoccano per farlo essere sempre acceso e brillante. Gli scienziati hanno spiegato che questo tipo di uccelli usa spalmare il collo con un siero che viene prodotto da alcune ghiandole vicino alla coda. Questa azione ha l’effetto di contrastare l’effetto sbiancante del raggi Uv sulle piume. Uno studio pubblicato su October Ecology and Evolution rivela che il piumaggio con un rivestimento più spesso di siero ha mantenuto meglio il colore rosa.

Perché i fenicotteri rosa si tingono le piume sbiadite

Le piume dei fenicotteri aiutano gli uccelli a volare, mantengono i loro corpi asciutti e attirano i compagni. Prendono il loro colore rosato dai carotenoidi, molecole responsabili di molti pigmenti naturali, che si trovano nella dieta di questa specie di uccelli a base di di artemia salina e alghe.

Quando i fenicotteri si pavoneggiano, si prendono cura delle loro piume un po’ come noi ci prendiamo cura dei nostri capelli. E come alcuni di noi, aggiungono colore. Per applicare la loro tintura fai-da-te, i fenicotteri si strofinano le guance su una ghiandola sopra la coda, chiamata ghiandola uropigio, che genera un siero con il colore. Gli uccelli poi si strofinano le guance ricoperte di siero sulle piume del collo per assicurarsi che la tintura si attacchi. Tutto questo sforzo ha il semplice scopo di attirare potenziali compagni.

L’istinto di ritoccare il colore dei fenicotteri

Le radiazioni ultraviolette distruggono i carotenoidi facendo perdere colore alle piume dei fenicotteri. La biologa dell’Universidad Nacional de La Plata in Argentina ha analizzato alcune dozzine di piume prelevate da dei fenicotteri morti in Francia, per comprendere l’istinto di “ritoccare" costantemente il piumaggio di questo tipo di uccelli. Il team ha scansionato le piume e ha utilizzato Adobe Photoshop per analizzarne il colore, quindi ne ha posizionate metà su un tetto, esposto alla luce solare, l’altra metà è stata tenuta al buio.

Quaranta giorni dopo, nuove scansioni hanno mostrato che le piume esposte al sole erano sbiadite e più chiare di quelle tenute al buio. Prima dell’esperimento, Chiale aveva estratto i carotenoidi sia dalla superficie che dall’interno di ciascuna piuma. Dopo l’esposizione, ha scoperto che il piumaggio con una maggiore concentrazione di carotenoidi avevano mantenuto più colore. Ciò suggerisce che gli uccelli avevano applicato più siero a quelle piume per permettergli di resistere allo sbiancamento.

Si è scoperto quindi che i fenicotteri lavorano attivamente per mantenere il collo arrossato, in particolare, durante la stagione dell’accoppiamento, altrimenti avrebbero piume pallide.

Il mondo degli uccelli è variegato e interessante. Per esempio si è scoperto che questi animali hanno un supersenso per ritrovare la strada di casa, oppure che l’uccello più pericoloso del mondo è stato addomesticato prima ancora del pollo.

Stefania Bernardini

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963