fortnite app Fonte foto: OpturaDesign / Shutterstock.com
VIDEOGIOCHI

Fortnite arriva sul Google Play Store? Cosa si sa al momento

Niente da fare per Fortnite Android. Il celebre gioco di Epic Games, infatti, non è disponibile sul Play Store e non lo sarà ancora per lungo tempo

Fortnite non può essere scaricato su Android da Google Play Store e, molto probabilmente, non lo sarà ancora per lungo tempo. Epic Games, infatti, non è riuscita a trovare un accordo con la casa di Mountain View e ha deciso di continuare a distribuire il gioco dal suo sito web.

La casa sviluppatrice, sin dal lancio di Fortnite per Android, ha sempre optato per una distribuzione “in house”, così da non dover cedere il 30% dei profitti alla stessa Google. Le condizioni d’uso del Play Store per gli sviluppatori, infatti, sono piuttosto chiare al riguardo: un terzo dei proventi delle app vendute o degli acquisti in app deve finire nelle casse di Big G, che “mette a disposizione” degli sviluppatori la sua infrastruttura tecnologica. Una clausola mai accettata da Epic Games, che ha nei V-Bucks la sua principale fonte di guadagno. Gli sviluppatori di Fortnite hanno così intavolato una trattativa nella speranza di ottenere uno sconto o un’eccezione.

Fortnite: il no di Google

Il colosso di Mountain View ha dichiarato che non farà nessuna eccezione per Fortnite, in quanto tutti gli sviluppatori presenti sul Google Play Store rispettano le condizioni di utilizzo del servizio. Inoltre, non è possibile ridurre la percentuale fissata da Big G, in quanto gli incassi sono necessari per mantenere e sviluppare ulteriormente i servizi connessi al Play Store. Non si è fatta attendere, comunque, la reazione di Epic Games: l’amministratore delegato Tim Sweeney ha dichiarato che il 30% richiesto da Google è una vera e propria tassa che, nel lungo periodo, va ad incidere sullo sviluppo e sulla gestione dei giochi della software house.

Perché Epic Games voleva Fortnite su Play Store

Epic games puntava a distribuire Fortnite tramite Google Play per risolvere una serie di problemi legati alla sicurezza che si sono venuti a creare nel corso del tempo. Non solo Google ha riscontrato alcune criticità nella modalità di installazione tramite APK, ma la stessa Epic Games ha dovuto fare i conti con diversi siti “clone” che distribuivano versioni di Fortnite per Android zeppe di malware. L’arrivo sul Play Store avrebbe permesso di risolvere queste problematiche ma, per l’ennesima volta, la casa creatrice di Fortnite è stata costretta a desistere.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963