corning gorilla glass dx Fonte foto: Corning
TECH NEWS

Foto migliori grazie a un Gorilla

Le fotocamere sono tra i componenti più delicati e costosi di uno smartphone: meglio proteggerle e, allo stesso tempo, migliorarle.

Negli smartphone sono due le caratteristiche più ricercate: un ottimo display e un potente comparto fotografico. Anche se apparentemente non sembrerebbe entrambi hanno una cosa in comune: il vetro che li protegge. Da diversi anni il vetro è diventato una componente fondamentale per la qualità degli schermi, ora sta per diventarlo anche per le fotocamere.

O almeno così la pensa Corning, azienda ben nota per i suoi “Gorilla Glass" che proteggono gli schermi di praticamente tutti gli smartphone di fascia medio-alta e top di gamma. Corning ha deciso di fare un passo ulteriore, presentando i nuovi vetri Gorilla Glass DX e Gorilla Glass DX+ per le coperture delle fotocamere, realizzati con componenti chimici specifici. Si tratta di due tipi di vetro che potrebbero migliorare la qualità delle foto scattate, per due motivi: il primo è l’elevata trasparenza grazie a uno specifico trattamento antiriflesso, il secondo è la resistenza ai graffi. Quando il vetro di una fotocamera è graffiato, infatti, nelle foto non si vede perché il processore d’immagine usa l’intelligenza artificiale per togliere gli artefatti dovuti dai graffi. La foto finale, però, viene “sporcata" e non è più di qualità.

Gorilla Glass DX e Gorilla Glass DX+: come funzionano

Secondo quanto dichiarato da Corning i suoi nuovi vetri riescono a far passare il 98% della luce ambientale inviandola alle lenti della fotocamera, permettendo ai sensori fotografici di lavorare al meglio. Resta inalterata, però, la capacità di proteggere gli obbiettivi: “Il nostro Gorilla Glass DX – spiega Corning – offre la miglior combinazione tra performance e protezione“.

Il vetro protettivo degli altri produttori, continua Corning, si ferma al 95% e, allo stesso tempo, offre minore resistenza ai graffi.

Samsung in prima fila

Corning, come al solito, offrirà anche questi nuovi prodotti a tutti i brand dell’industria dell’elettronica mobile. Sappiamo già che la prima ad usarli sarà Samsung, ma non sappiamo ancora su quale smartphone. Le ipotesi sono due: il futuro Galaxy S22, o uno dei nuovi foldable in arrivo l’11 agosto.

La prima ipotesi è forse la più probabile, visto che i Galaxy S top di gamma hanno migliorato ogni anno la qualità delle foto scattate e, oggi, sono certamente tra gli smartphone preferiti da chi chiede un comparto fotografico di alto livello.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963