246906680ce284efc9ca1bd09296b476.jpg Fonte foto: ANSA
TECH NEWS

Garante infanzia su dati social

Non abbassare limite 16 anni per consenso trattamento online

(ANSA) – ROMA, 23 MAG – Il 25 maggio entra in vigore il nuovo Regolamento europeo sulla privacy. Il Parlamento, intanto, ha all’ordine del giorno delle commissioni speciali lo schema di decreto legislativo per l’adeguamento della normativa nazionale alle nuove disposizioni. L’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, Filomena Albano, nei giorni scorsi ha inviato ai presidenti delle commissioni il proprio parere sulle norme che riguardano il trattamento dei dati personali dei minorenni su social, app e altri servizi online. Ribadita la proposta di non abbassare sotto i 16 anni l’età perché un minorenne possa esprimere il consenso al trattamento online dei propri dati senza intervento di padre, madre o di chi ne fa le veci. Il Regolamento Ue, infatti, lascia facoltà a ciascuno stato di ridurre tale soglia, sebbene non al di sotto dei 13 anni. Il 24 aprile, però l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, aveva sollecitato il Consiglio dei ministri a non modificare il limite di 16 anni posto dal Regolamento europeo.

Contenuti sponsorizzati

TAG: