Password inserita in un browser Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Gestione delle password sicure: gli strumenti a disposizione

Al giorno d’oggi le password hanno assunto un’importanza campale per proteggere i nostri dati e la nostra identità. Ecco come gestirle

Prima o poi verranno definitivamente messe da parte, a favore di sistemi biometrici di vario tipo, come la scansione dell’impronta, del volto o del palmo della mano. Al momento, però, le password rappresentano il principale baluardo a difesa dei nostri account social, email e bancari.

Per questo motivo, gli utenti sono sempre più spesso invitati a creare password sicure che mettano i loro account – e i dati che sono contenuti al loro interno – al riparo da possibili attacchi e furti informatici. Le tecniche per creare una password a prova di hacker sono molteplici: si va dal numero minimo di caratteri alla loro combinazione, dalle passphrase alla creazione di password diverse per ogni account che si ha. I trucchi per fare una password sicura, insomma, sono molteplici: vediamo quali sono e quanto sono efficaci.

Come creare password sicure

Scegliere una password complessa è diventata una delle misure di sicurezza “minime” per proteggere mail, profili social e mobile banking. Le tecniche, come detto, sono molteplici:

  • Lunghezza della password. Tutto dipende dal servizio per cui volete fare una nuova password, ma sappiate che più è lunga la chiave d’accesso al vostro account, più tempo impiegheranno per riuscire a decifrarla. Non c’è una lunghezza esatta, ma è sempre meglio andare oltre i 10 caratteri
  • Combinazione di caratteri. Oltre alla lunghezza, è molto importante anche combinare tutti i caratteri possibili, così da aumentare il livello di entropia della password e rendere più complesso il compito degli hacker. Oltre alle lettere, maiuscole e minuscole, dovranno essere utilizzati anche numeri e caratteri speciali (come punteggiatura o @, # e le varie parentesi)
  • Passphrase. Una soluzione sempre più apprezzata e consigliata è quella di creare delle passphrase (e non delle password) per garantire un livello di sicurezza più elevato. Le passphrase sono piuttosto semplici da creare: basta scegliere due o tre parole di senso compiuto (magari con un senso anche per noi, in modo da ricordarle più facilmente) e modificarle con numeri e caratteri speciali in modo che siano ancora più complesse da decifrare per un hacker
  • Password diverse per ogni account. Tra i vari consigli è, probabilmente, uno dei più difficili da rispettare: scegliere una password (o passphrase) differente per ogni account utilizzato. Dal momento che alcune persone possono arrivare ad avere anche una decina di profili da proteggere, vorrebbe dire ricordare a memoria più di dieci chiavi d’accesso lunghe 10 o più caratteri casuali. Insomma, un’opera tutt’altro che semplice
  • Autenticazione a due fattori. Se, comunque, non vi fidate della password scelta, il consiglio è quello di attivare l’autenticazione a due fattori ogni volta che sia possibile. Attivando servizi come “Password sicura” di Libero Mail, per poter entrare nel proprio account si dovrà inserire , oltre alla password, un secondo codice generato in maniera casuale da un app sul proprio telefonino o inviato via SMS dai sistemi di Libero

Gestione delle password, i trucchi

Ora che abbiamo visto come creare una password sicura, è arrivato il momento di capire anche come gestirle e come evitare di dimenticarle. Anche se non vogliamo scegliere una password diversa per ogni profilo, dovremmo comunque averne almeno quattro o cinque da utilizzare con i vari profili che si hanno. In questo caso, il consiglio è unico: usare un password manager, che si occuperà di archiviare le credenziali di tutti i profili e inserirli al nostro posto quando tenteremo di fare il login.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963